Home Politica Viterbo, Comune, la nota, il pericoloso “populismo familista” di una giunta che ha ridotto in macerie la città, meglio votare al più presto
Viterbo, Comune, la nota, il pericoloso “populismo familista” di una giunta che ha ridotto in macerie la città, meglio votare al più presto

Viterbo, Comune, la nota, il pericoloso “populismo familista” di una giunta che ha ridotto in macerie la città, meglio votare al più presto

0
0

Che io ricordi, in 20 anni di vita viterbese non avevo mai visto un’amministrazione comunale tanto boriosa quanto inutile, autoritaria come quattro bulli di paese che si mettono in testa di comandare, non di governare senza averne nè la competenza nè la capacità: è dal suo insediamento che la giunta Arena ha dato di sè solo l’immagine di una accolita di parenti, amici, figli, figliastri, zii, nipoti a caccia di sistemazione o di un piccolo medio potere personale in grado di concedere loro qualche privilegio in più, o qualche affaruccio da portare a termine.

Non c’è mai stata in questi lustri tanta rissosa inconcludenza, tanto patetico dilettantismo, tanta opacità eletta a sistema: la  città non aveva mai conosciuto una azione amministrativa ( seppur c’è stata) tanto vaga, arrogante, portata agli estremi del disinteresse verso la cosa pubblica.

Arena, unanamente persona gradevole, non ha saputo arrestare la deriva, non si è imposto, ha visto scorrere sotto i suoi occhi l’impossibile e non è intervenuto.

E’ tardiva ogni discussione, inutile ogni dialogo, la giunta di Palazzo dei priori ha già dato ampia dimostrazione di non essere affidabile, di non far parte di una coalizione coesa, ma di essere un coacervo di politichetta mediocre che altro non vuole come risultato che una pericolosissima spartizione familiare.

Non c’è discussione che tenga dinanzi ad una città già umiliata, calpestata, ridotta in condizioni pietose.

Si affidi il tutto ad un commissario e poi si voti nel 2021, quando ogni limite è stato superato i cittadini hanno diritto di riavere la parola.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *