Home Politica Viterbo, Comune: la crisi di prospettive della Giunta Arena e il ruolo della Lega
Viterbo, Comune: la crisi di prospettive della Giunta Arena e il ruolo della Lega

Viterbo, Comune: la crisi di prospettive della Giunta Arena e il ruolo della Lega

0
0

Anche se il sindaco Arena si sforza con tutta la sua umana simpatia e la sua esperienza di  ricacciare indietro i venti di crisi, non si può dire che non continui il momento particolarmente complicato della sua giunta: l’approdo alla Lega di un assessore e due consiglieri ha inevitabilmente cambiato gli equilibri di coalizione.

Ora il partito di Salvini ha nove rappresentanti ed oltre che il diritto ha il dovere di imprimere un nuovo passo all’azione amministrativa e di aggiornare le sue proposte per la città, non può limitarsi a gestire spazi di potere che potrebbero addirittura aumentare nelle prossime settimane.

Nello stesso tempo i mal di pancia continueranno in Fratelli d’Italia il cui peso politico, fosse solo per una questione di numeri, è giocoforza diminuito ( anzi la reazione del partito è sembrata essere equilibrata e responsabile finora nelle rivendicazioni).

Ma non potrà certo essere il passaggio di qualche delega a dare smalto  ad una amministrazione che sembra priva di prospettive, di progettualità, di un disegno per la città: preoccupata solo di mantenere la nave in rotta, pur senza conoscere la direzione.

Una amministrazione divisa dalle lotte intestine, partita assai male con una distribuzione di incarichi e assessorati molto discutibile e piuttosto sballata che si trova anche a dover affrontare in corsa lo sfaldarsi progressivo di Forza Italia, partito del sindaco in vistosa difficoltà e con profonde lacerazioni interne.

Difficile intravedere cambi di percorso che possano essere significativi, nuovi innesti salvifici, neanche una coesione forzata e basata sulla sola buona volontà potrà fare miracoli.

Come il csx il cdx si trova a vivere una crisi di uomini, di idee e di credibilità profonda che i continui personalismi e “private affairs” di molti componenti della giunta Arena non aiuterà a superare:  e la stessa Lega al momento si trova con un consenso forte, ma difficilmente spendibile, senza personaggi di caratura che sostengano una decisa azione di governo e di alternativa per la città.

Le elezioni anticipate a questo punto finirà per non volerle nessuno dopo le europee per palese difficoltà di organizzazione interna, speriamo solo che questo non porti ad uno stanco galleggiamento fino alla conclusione del mandato, ma le possibilità che ciò avvenga sono altissime.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *