Home Politica Viterbo-Comune: com’è triste il senatore “Felicetto” Fusco, neanche un suo parente candidato alle europee: cronaca di un dramma “familiare” che ha sconvolto i “leghisti alla carbonara” viterbesi
Viterbo-Comune: com’è triste il senatore “Felicetto” Fusco, neanche un suo parente candidato alle europee: cronaca di un dramma “familiare” che ha sconvolto i “leghisti alla carbonara” viterbesi

Viterbo-Comune: com’è triste il senatore “Felicetto” Fusco, neanche un suo parente candidato alle europee: cronaca di un dramma “familiare” che ha sconvolto i “leghisti alla carbonara” viterbesi

0
0

Si dice che il senatore Fusco sia intrattabile in queste ore: di piazzare la figlia come candidata alle europee ci sperava proprio, o in subordine anche  avessero accettato il genero sarebbe andata bene: ma nessun candidato viterbese è passato, e l’ambizioso “Felicetto” ci è rimasto malissimo,

Temperamento focoso, familista acceso e convinto il malcapitato etrusco-latino non riesce a capire perchè Salvini lo abbia dimenticato: “il mio  affetto glielo ho sempre dimostrato e continuerò a dimostrarglielo” pare abbia sdrammatizzato con i più intimi, ma la settimana santa non si può dire che sia cominciata per il verso giusto per il focoso “leghista alla carbonara”.

Ora bisognerà vedere  come prenderanno questa improvvisa freddezza salviniana nei confronti del senatore “Felicetto” tutti i seguaci di quest’ultimo, i parenti, i cognati, i cugini,  i nipoti che aspettano una sistemazione, perderanno fiducia nel loro carismatico punto di riferimento?

Chissà, intanto il Fusco Chef si prepara ad una settimana di lavoro per annegare nel buon cibo la cocente delusione subita.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *