Home Politica Viterbo, Comune, circolo cittadino Pd, il “partito dei commercianti”, sempre più una copia (pallida, incolore) del movimento della Frontini
Viterbo, Comune, circolo cittadino Pd, il “partito dei commercianti”,  sempre più una copia (pallida, incolore) del movimento della Frontini

Viterbo, Comune, circolo cittadino Pd, il “partito dei commercianti”, sempre più una copia (pallida, incolore) del movimento della Frontini

0
0

Scusate, abbiamo sbagliato; credevamo che il pd, oltre che dagli ex popolari fosse formato da ex pci-pds che in qualche modo statutariamente avrebbero potuto essere interessati a difendere le categorie spesso  in difficoltà di lavoratori, precari, disoccupati, svantaggiati, minoranze, etc.

Invece, più leggiamo i comunicati del circolo pd di Viterbo più siamo convinti che in città invece il Pd sia diventato il partito dei commercianti specie del centro storico, cui il partito riserva le episodiche attenzioni che destina al tessuto sociale cittadino.

Eccola la segreteria Prosperi che, invece di far suo l’insegnamento della sinistra storica, si mette sempre sulla scia della Frontini e del suo movimento 2020: “Il partito democratico cittadino chiede il rispetto delle scadenze e rilancia , tra le altre proposte avanzate, l’idea di un sostegno, in questo particolare periodo di emergenza sanitaria, da parte comunale, agli esercizi commerciali soprattutto del centro storico. Il Comune può alleggerire l’onere delle spese di consegna della spesa o dei pasti a domicilio da parte degli esercizi commerciali. Le reti di imprese delle attività economiche su strada e le altre forme di aggregazione già esistenti potrebbero ricevere i contributi pubblici e quindi contribuire a loro volta ad alleviare gli esercenti nelle spese del servizio di consegna. Una buona comunicazione pubblica può essere la cassa di risonanza del servizio e della rete di esercenti”.

Dove è la proposta politica, quali sono gli obiettivi, a che servono i partiti  di sinistra (cosiddetta) se privi di ogni idealità e con un banale pragmatismo mercantile?

Mille volte meglio la Frontini su questi temi e anche molto più brava nella comunicazione in materia di post-politica, il circolo pd rischia di fare la figura della pallida copia che non interessa a nessuno.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *