Home Politica Viterbo-Comune, Barelli (Viva Viterbo) all’attacco: “Arena e la sua giunta non hanno fatto nulla per la legalità e l’educazione civica e continuano ad avere in casa situazioni imbarazzanti”
Viterbo-Comune, Barelli (Viva Viterbo) all’attacco: “Arena e la sua giunta non hanno fatto nulla per la legalità e l’educazione civica e continuano ad avere in casa situazioni imbarazzanti”

Viterbo-Comune, Barelli (Viva Viterbo) all’attacco: “Arena e la sua giunta non hanno fatto nulla per la legalità e l’educazione civica e continuano ad avere in casa situazioni imbarazzanti”

0
0

Il portavoce del movimento Viva Viterbo Giacomo Barelli non ha dubbi, dopo la clamorosa maxi operazione antimafia dei carabinieri, Arena e la sua giunta hanno fatto ben poco per affrontare la spinosa questione della criminalità organizzata e della mentalità che ne deriva:”Barelli: “Poco molto poco- dichiara a cittapaese.it, anzi molta propaganda,niente di concreto e zero risorse . Addirittura in sede di Bilancio ha bocciato molte proposte mie e di altri esponenti della opposizione volte a finanziare iniziative per giovani e scuole finalizzate proprio a questo, a diffondere i valori della nostra costituzione, educazione civica nonché la cittadinanza europea. Si sono dimostrati totalmente indifferenti a questi temi preferendo ad azioni concrete la propaganda elettorale. In questo la Prefettura ha fatto molto di più rispetto a un sindaco inesistente commissariandolo di fatto; magari in futuro proporrò direttamente al Prefetto alcune idee e iniziative che l’ amministrazione Arena non è in grado di fare… chissà magari viene fuori qualcosa di buono rispetto al nulla di Arena”.

“Per quanto riguarda i rapporti tra mafia e politica- continua Barelli- Viterbo non è immune da ciò che accade in altre parti di Italia e gli ultimi fatti con le infiltrazione della ndrangheta lo hanno dimostrato.
Non spetta certo alla politica dimostrare se ci sono state o meno connivenze e credo che la magistratura abbia fatto e faccia egregiamente il suo lavoro e farà piena luce. Spetta invece alla politica, ai partiti, alle liste civiche denunciare controllare e soprattutto creare le situazioni per cui vi siano gli anticorpi ad ogni possibile infiltrazione e soprattutto “fare pulizia” al loro interno nel momento in cui ci siano non solo vicende penali con sentenze giudicate, ma anche solo questioni di opportunità magari legate ad indagini che gettino un fumus sull’ operato di alcuni politici e che gettano discredito su tutti i politici facendo passare nella gente l’ idea che siamo tutti uguali e non è così”.

“Con un esempio illuminante-conclude l’ex assessore- potremmo dire, se invitiamo a casa nostra un amico che ci ruba l’ argenteria aspettiamo la sentenza passata in giudicato per non invitarlo più? Non credo.
E così la politica se non rimetta al centro la questione morale allontanando le mele marce non otterrà più la fiducia dei cittadini.
In questo senso, pur essendo un feroce avversario di questo governo saluto molto positivamente la nuova legge sul voto di scambio un provvedimento a mio che va nella giusta direzione”-

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *