Home Politica Viterbo, comune al tramonto, “purchè la spartizione continui”, la giunta Arena va avanti senza idee e regole, e ora si inventa anche il “turismo di prossimità”
Viterbo, comune al tramonto, “purchè la spartizione continui”, la giunta Arena va avanti senza idee e regole, e  ora si inventa anche il “turismo di prossimità”

Viterbo, comune al tramonto, “purchè la spartizione continui”, la giunta Arena va avanti senza idee e regole, e ora si inventa anche il “turismo di prossimità”

0
0

Neanche in tempi di emergenza covid Viterbo sembra più di tanto voler sconvolgere le sue abitudini, almeno questo si avverte in chi attualmente la amministra: la mille miglia che non viene sospesa, il sindaco che riapre la ztl come se esistessero solo i commercianti e non i cittadini, un consiglio comunale dedicato alle spese di natale con ingenti cifre in ballo come fossimo nel pieno di un momento magico cittadino di prosperità ed allegria.

Una discussione inquietante che ci ha dimostrato ancora una volta che questa amministrazione nulla crea, spartisce a chi può spartire ( o deve spartire) e pensa che con un minimo di festa farina e forca un po’ di benessere possa ricadere in una buona proporzione a chi ha un’attività commerciale in genere (l’unica categoria che riconosce).

Fino a qualche tempo fa i messaggi magniloquenti erano di rilancio turistico del territorio, nazionalizzazione e addirittura internazionalizzazione del patrimonio artistico culturale, ora siamo addirittura, stando all’intervento del consigliere di fdi Buzzi al “turismo di prossimità” (rionale, men che provinciale, frazionista… chissà) pur di conservare un budget minimo e poter spartire.

Sì perchè l’unico chiodo fisso dell’amministrazione Arena sembra quello di aver modo di ristorare le famiglie che ci vivono intorno, di poter avere fondi da dividere per poter perpetuare la sopportazione l’uno dell’altro a fine mandato.

Profilo basso, anzi bassissimo, con un primo cittadino che ormai non sa più a quale santo votarsi pur di poter andare avanti anche sgangheratamente per altri 3 anni.

E’ il trionfo del clientelismo a-morale più soffocante che la città abbia dovuto sopportare negli ultimi decenni.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *