Home Politica Viterbo, Comunali, “Felicetto” Fusco in caduta libera cerca vie di uscita dalla Lega, è già vicino a Calenda
Viterbo, Comunali, “Felicetto” Fusco in caduta libera cerca vie di uscita dalla Lega, è già vicino a Calenda

Viterbo, Comunali, “Felicetto” Fusco in caduta libera cerca vie di uscita dalla Lega, è già vicino a Calenda

1
0

Lo scriviamo da tempo che l’esperienza politica di “Felicetto” Fusco nella Lega è ad un punto di non ritorno: deludenti la tenuta della lega in città, l’attività politico-amministrativa a Palazzo un nulla di fatto, la scelta dei componenti del partito una vera disfatta sin dal 2018, con pochissime eccezioni.

Fusco ha cercato di fare del partito una grande famiglia cui poter fare da padre bonario, ma anche da furbo inseguitore di interessi personali: in pratica il suo era un tentativo di diventare capataz, un piccolo centro di potere che agisse per conto suo e che chiudesse il partito in un recinto ben delimitato.

L’operazione è fallita anche perchè non si può friggere il pesce con l’acqua, e poi l’oste senatur non ha saputo conquistarsi simpatie molto diffuse, restringendo il suo raggio d’azione oltre il verosimile.

Una linea politica sbagliata su tutto il fronte, la voglia di “comandare” senza ascoltare nessuno, evitando il confronto interno e all’uopo controllando che non ci fossero teste pensanti con personalità vigorose al suo fianco.

In tal modo ha cercato di soffocare ogni opposizione nel partito, fallendo nella creazione di qualsiasi progetto o prospettiva e vedendosi poi superare nella sua area politica dal più esperto e deciso Alessandro Giulivi.

Ora l’oste-senatur, temendo decisioni dei vertici nazionali che lo penalizzeranno, sta cominciando a cercare vie d’uscita dalla Lega, avvicinandosi a Calenda e quindi nella nostra provincia a Barelli e Rossi; una mossa che ha lasciato perplessi i suoi sostenitori rimasti e che potrebbe definitivamente fargli perdere il loro appoggio.

(p.b.)

(1)