3 Ottobre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, Comunali, et voilà torna Barellik, un po’ con Calenda, un po’ con il Pd, un po’ con Rossi, Barellik, il candidato “magico”

2 min read

Et voilà, dopo un periodo di generoso silenzio nei confronti di noi tutti che non ne sentivamo sinceramente la mancanza, torna Barellik, il candidato “magico”, il politico viterbese che ha l’innato dono da supereroe di tenere più piedi in più scarpe contemporaneamente: eccolo infatti essere il portavoce di fatto del Pd panunziano, di cui è da sempre appassionato colf, caliendano di punta in “azione” stra-local, fratello gemello di filipporossi ne “la buona destra” e compagnuccio di merende dell’ingegnere Purchiaroni nella scioglienda lista Forza Civica.

Un bel giocoliere con innegabile predisposizione al circolo mediatico-politico stralocal, fatto di esternazioni da bar di provincia depressa in dialetto stretto, di spedizioni verbali punitive contro i nemici del lukashenko dei cimini, di patetiche esibizioni da anchor man caffeinomane che l’hanno l’eleganza di una riunione riservata a porte chiuse del sindacato portuali.

Barellik è così, un supereroe multiforme, che ovunque cerca pane per i suoi denti e quelli dei vivaviterbisti (cambia il nome, ma non  la sostanza) e all’uopo a  tutto si rende disponibile, anche a sceneggiate vetero dipietresche con copione prolisso e scontato e intonazione e cadenza  assai sguaiate da osteria periferica.

E’ il prodotto di una politica personalistica che porta acqua solo al suo mulino e che cerca di ottenere spazio  gridando ad ogni piè sospinto esattamente il contrario.

Politico perfetto per l’involuta e padronale sinistra dei cimini, uomo copertina ideale per i gazzettini stra-local più stralocal di tutti i tempi.

Sarebbe un perfetto assessore alla cultura per ridare smalto alle sagre della salsiccia pseudo letterarie del festival di partito per eccellenza che tanto piace ai finti progressisti viterbesi e ai borghesucci pseudo colti in cerca di passeggiatine serali scaccia noia per i vicoli abbandonati della mortificata vetus urbs.

(pasquale bottone)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.