Home Cronaca Viterbo, Comitato “Liberiamo C. La Fontaine”: “Due anni dopo ancora macerie”
Viterbo, Comitato “Liberiamo C. La Fontaine”: “Due anni dopo ancora macerie”

Viterbo, Comitato “Liberiamo C. La Fontaine”: “Due anni dopo ancora macerie”

0
0
Era l’alba del 6 agosto 2018 quando vennero messe le transenne in via Cardinale La Fontaine e venne chiusa del tutto via del Gonfalone. Il sopralluogo dei Vigili del fuoco era chiaro “Pericolo”. Da allora, non una pietra è stata portata via! In quale centro storico al mondo l’inerzia pubblica e privata raggiunge un simile record? Sono 2 anni che i cittadini e turisti non possono usufruire, come loro diritto, di ben 3 strade del centro storico di San Pellegrino. Rimangono le macerie con le impalcature inutili ed abbandonate. Perché il Sindaco non ne ordina la rimozione? Sono stati visti dei topi in zona perfino nei pressi delle abitazioni, ristoranti con i tavoli all’aperto e negozi anche alinetari. Rischi, quindi, di igiene e salute per i cittadini ma  non si  fa nulla. Sono anche spariti i cartelli che avvisavano del pericolo di crolli. Chi li ha tolti? Inoltre, la bellissima chiesa barocca del Gonfalone continua ad essere ferita dallo scempio delle vicine impalcature e macerie. Che pessimo spettacolo per i pochi turisti che si aggirano nel centro storico medievale tra i più grandi d’Europa!
Il Comitato civico, ancora una volta, denuncia alla pubblica opinione l’inerzia di chi dovrebbe provvedere ma rimane a guarda. Il Comitato continuerà il suo impegno sociale finché le vie non saranno restituite  ai cittadini e turisti.
Per il “Comitato civico liberiamo le vie Cardinale La Fontaine e via del Gonfalone dalle macerie”
Giovanni Cento

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *