Home Politica Viterbo, clima surreale a palazzo dei Priori, il sindaco Arena: “La mafia a Viterbo non esiste”, clamorosa dichiarazione del primo cittadino in consiglio
Viterbo, clima surreale a palazzo dei Priori, il sindaco  Arena: “La mafia a Viterbo non esiste”, clamorosa dichiarazione del primo cittadino in consiglio

Viterbo, clima surreale a palazzo dei Priori, il sindaco Arena: “La mafia a Viterbo non esiste”, clamorosa dichiarazione del primo cittadino in consiglio

0
0

Sono settimane di inquietudine e silenzio a Viterbo dopo la maxi operazione dei carabinieri e lo smantellamento di una vera organizzazione criminale: la società locale non ha reagito (unica forse come minimo in Italia dinanzi a tali fenomeni) alla poco lieta novella di una città “collusa” con il malaffare, nessuna istituzione ha alzato la voce, la politica tranne un paio di casi è rimasta al suo posto come se niente fosse successo.

Nel corso del consiglio comunale di ieri l’opposizione ha chiesto ad Arena di rendere conto di possibili contatti tra la sua amministrazione e la banda arrestata: Arena ha cercato di rimandare la risposta per non interrompere la discussione sul commercio, ma poi, incalzato alla fine ha negato ogni contatto fattivo con l’organizzazione criminale.

Fin qui ci sta ed è anche giusto e doveroso ribadirlo, ma il sindaco ha poi sorpreso tutti aggiungendo “Le organizzazioni criminali a Viterbo non esistono, sono solo quattro delinquentelli”. Una aggiunta che ha fatto venire la pelle d’ oca a tutto il consiglio comunale che siamo sicuri, conoscendo e stimando Arena, sarà dipesa dalla voglia di tranquillizzare la popolazione e di archiviare il discorso.

Ma Arena non ha titoli per dire quello che ha detto, si è trattato di una esternazione imprudente e non rispettosa nei confronti di una inchiesta difficile e impegnativa dei carabinieri che ha già scoperchiato molti altarini e che vede tra gli inquisiti boss legati a famiglie ndranghetiste famose in tutta la penisola. Non si tratta quindi di quattro delinquentelli, ma di gente che ha uomini, armi e contatti per agire come e quando vuole: e che presidia il territorio da più di dieci anni ed è ben conosciuta a quanto pare anche da molti politici e imprenditori. Arena si è lasciato prendere la mano, forse perchè pressato in aula, il suo intervento ‘è da ritenere fortemente inopportuno, anche se un uomo dell’equilibrio del primo cittadino secondo noi saprà porvi presto rimedio: la voce unica deve essere alzare la soglia di attenzione sui fenomeni criminosi, sminuirli può contribuire a rafforzarli.

(r.s.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *