Home Cronaca Viterbo, città d’altri tempi: è sempre il feudatario che dà l’annuncio, il vassallaggio solo dopo… ecco lo “ius primae notitiae” che la Terra di Tuscia governa
Viterbo, città d’altri tempi:  è sempre il feudatario che dà l’annuncio, il vassallaggio solo dopo… ecco lo “ius primae notitiae” che la Terra di Tuscia governa

Viterbo, città d’altri tempi: è sempre il feudatario che dà l’annuncio, il vassallaggio solo dopo… ecco lo “ius primae notitiae” che la Terra di Tuscia governa

0
0

Lo so che eravate abituati allo ius primae noctis che è cosa di per sè piacevole, forse assai di più dello ius primae notitiae che invece è caratteristica della a suo modo sempre ancestral anacronistica terra di Tuscia dove le regole sono più ferree del silenzio ossequio che circonda l’intera provincia.

Ecco quindi  ogni comunicazione istituzionale che faccia rima con laziale o con regionale, come preferite,  scaturire dall’autorevole ugola dell’indiscussa carica prima di feudataria discendenza e carismatica autorevolezza: saranno numeri, brevi annunci, cifre sbandierate come terre conquistate tutto il fonema acquista eufonica piacevolezza da cantore raffinato.

E alla carica seconda non resta che la ripetizione rassegnata del refrain già magistralmente interpretato prima come se da cantar ci fosse Let it be e già Paul Mc Cartney fosse andato via lasciando il palco per un più modesto bis ad una qualunque cover band.

E radio-regime trasmette e l’uno e l’altro con la solita devota commozione.

(jmmy feudale)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *