Home Cronaca Viterbo, Chiesa Santa Maria delle Fortezze, un altro disastro della amministrazione Arena
Viterbo, Chiesa Santa Maria delle Fortezze, un altro disastro della amministrazione Arena

Viterbo, Chiesa Santa Maria delle Fortezze, un altro disastro della amministrazione Arena

0
0

Fuori dalla cerchia delle mura cittadine, in corrispondenza della Porta S. Leonardo chiusa verso la metà del XVI secolo, troviamo oggi i resti di quella che una volta era la Chiesa di Santa Maria delle Fortezze.
I ruderi giunti fino a noi mostrano solo l’ultima campata, contenente l’altare centrale e i due laterali, ma da un disegno topografico francese del XVI si evince che la chiesa doveva avere pianta quadrata, con un tetto a capanna emergente dalle mura.

La parziale distruzione ed il totale abbandono sono da imputarsi ai ripetuti bombardamenti subiti da Viterbo nel corso del secondo conflitto mondiale, probabilmente proprio perchè sorgeva in corrispondenza della via che portava a Roma, più volte presa di mira.

Perduti completamente la facciata e tutto il corpo di fabbrica anteriore, la chiesa di Santa Maria delle Fortezze non è mai stata oggetto di ricostruzione. Il degrado è continuo ed inesorabile nonostante sia il primo monumento che un turista incontra entrando nella città dei Papi. Sono addirittura rimasti in balìa delle intemperie e della deturpazione, gli apprezzabili affreschi cinquecenteschi.

Qualche tempo fa il Comune ha costruito un teatro all’aperto proprio frontalmente all’ antica ed importante struttura di valenza storica, per valorizzare una parte della città e le macerie di una chiesa dimenticata da tutti. Il teatro mancato, nella città dei teatri chiusi o in costante ristrutturazione.

Peccato però che  il teatro all’aperto di Santa Maria delle Fortezze è morto sul nascere, ed attualmente la situazione di incuria è arrivata a livelli esponenziali, tutt’attorno l’erba alta che non fa più distinguere il pavimento e immondizia, siringhe abbandonate da tossicodipendenti qua e là a far da contorno e tutto questo ai lati del parcheggio  a ridosso di Porta Romana,  che è stato  inaugurato in pompa magna nel 2019 proprio dall’attuale amministrazione.

E intanto il tempo passa inesorabile e la nostra cultura storica rischia di essere cancellata per sempre  a causa della negligenza di chi amministra la città  aspettando il project financing che  secondo noi è ancora molto, molto lontano……..

G.M

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *