Home Cronaca Viterbo, Caso Globo, Battistoni a che titolo partecipò, come sottosegretario del governo Draghi? Battistoni fa rima con immediate dimissioni
Viterbo, Caso Globo,   Battistoni a che titolo partecipò, come sottosegretario del governo Draghi? Battistoni fa rima con immediate dimissioni

Viterbo, Caso Globo, Battistoni a che titolo partecipò, come sottosegretario del governo Draghi? Battistoni fa rima con immediate dimissioni

0
0

A distanza di poco meno di una settimana dalla ormai tristemente nota (a livello locale e, purtroppo, anche nazionale) inaugurazione del nuovo centro commerciale, un dettaglio di non poco conto rimane ancora oscuro. A nome e per conto di chi il senatore Francesco Battistoni, sottosegretario all’Agricoltura del governo Draghi, ha partecipato all’inaugurazione? A nome e per conto del governo? A nome e per conto del Ministero dell’Agricoltura? A nome e per conto di Forza Italia? A nome e per conto degli elettori del suo collegio elettorale? A nome e per conto di sé stesso? Come capisce persino il pescegatto del loquacissimo consigliere Matteo Achilli, i quesiti sono tanti, ma la risposta non può che essere una sola. E finora il senatore Francesco Battistoni, il bon vivant Battiston de Battistoni, amante della buona tavola e dei sigari pregiati, questa risposta non l’ha data.

Anche perché gazzettini e webgazzettini di regime si sono ben guardati dal formulare un quesito che sia uno. Forse aveva proprio ragione quel tale che diceva che in Italia non esiste la libertà di stampa, ma la libertà di stampare e di mettere in rete ben remunerate notizie, altrimenti dette “marchette”. Deprimenti considerazioni deontologiche a parte, qualcuno sa a nome e per conto di chi il sottosegretario Francesco Battistoni ha partecipato all’incredibile e assurda inaugurazione del nuovo centro commerciale? E ancora: il sottosegretario Francesco Battistoni, che poco prima di presenziare all’incredibile e assurda inaugurazione del nuovo centro commerciale era davanti al Palazzo dei Priori insieme al prefetto Bruno e al sindaco Arena per ricordare i morti di Covid 19, quel giorno era a Viterbo in veste pubblica o in veste privata?

Per essere ancora più chiari: il sottosegretario Francesco Battistoni è venuto in città con mezzi propri o a bordo di una potente auto blu governativa? E per essere chiari fino in fondo: l’arrivo in città di un rappresentante del governo, qual è a tutti gli effetti il sottosegretario Francesco Battistoni, è stato preventivamente segnalato, per le opportune misure di sicurezza, al prefetto Bruno o si è trattato di una (infelice) improvvisata?

Tutti questi quesiti che abbiamo messo in fila non sono questioni di lana caprina, ma questioni fondamentali. Perché se il sottosegretario Francesco Battistoni ha presenziato all’incredibile e assurda inaugurazione del nuovo centro commerciale a titolo personale e “politico-elettorale”, e non in nome e per conto del governo che ovunque e comunque rappresenta, allora crediamo sia opportuno che il ministro dell’Agricoltura, il senatore Stefano Patuanelli, revochi immediatamente le deleghe a un sottosegretario che non si è dimostrato degno della carica che ricopre. Possibilmente in tempi brevissimi.

(Fabio Messalla)

 

foto tusciaweb- tutti i diritti riservati

(0)