Home Cultura Viterbo, Arte, torna la “Via degli Artisti Collection”, il 16-17 e 18 settembre
Viterbo, Arte, torna la “Via degli Artisti Collection”, il 16-17 e 18 settembre

Viterbo, Arte, torna la “Via degli Artisti Collection”, il 16-17 e 18 settembre

0
0

La Via degli Artisti Collection, ancora una volta nella splendida cornice cinquecentesca della chiesa degli Almadiani nel cuore della città, è di nuovo pronta per un’altra emozionante sfida: mettere a confronto molti artisti e le loro tecniche.

In un percorso artistico molto affascinante il visitatore si trova immerso, guidato e trascinato in una grande varietà di opere realizzate con materiali e tecniche che spaziano da quelle più classiche a quelle più originali ed innovative.

Ed ecco che partendo dalla delicata quiete degli acquerelli di Giuseppe Bellucci e degli oli di Riccardo Sanna, per proseguire con la forte carica emotiva degli acrilici di Paolo Crucili e delle immagini cariche di mistero di fantasiosa ispirazione dantesca di olio e pietra di Luigi Fondi, si passa alla magica alchimia degli scorci e dei paesaggi di Francesca Sorbera, realizzati con  colori acrilici stesi con la spatola unita al pennello e ancora al movimento vibrante,  colorato e pieno di energia delle opere dell’artista Angelo Paccosi realizzate con stucco ed acrilico, per approdare alla linea che prende forma e colore e si mescola con materiali diversi nei quadri di Rita Mare.

Ed ancora…dalle paste modellabili applicate con la spatola di Elena Agostini ci si trova catturati tra le terre naturali incorniciate da rami intrecciati di Lionello Rosati e dal legno policromo unito alla pietra di Fiorenzo Mascagna fino ad arrivare ai grandi dipinti di Luca Oroni e di Faziarte, i due giovani artisti autori dei famosi murales cittadini “Leonardo Bonucci” e “la tua Rosa”.

Il viaggio tra le meraviglie dell’Arte continua con la fluid painting di Francesca Rosciolo, i cui colori acrilici diluiti “giocano” con le tinte e creano magiche composizioni, per passare al dripping di acrilico e vernici di Giorgio Giorgi ed agli smalti di Roberto Vincenzoni fino ad arrivare alle lampade dipinte di Paola Cuncu, in mostra anche con opere dal soggetto irreale proveniente dal mondo delle fiabe.

Ma le sorprese non sono ancora finite e si va avanti con le originali composizioni di custom art dell’artista Simone Zanco, appassionato di matita e “di tutto ciò che provoca piacere visivo” in mostra anche con un serbatoio dipinto; con le delicate composizioni realizzate con i gessetti di Samantha Gori, e con le opere senza tempo e senza titolo di Alan Brison, autodidatta che crede fermamente che “dipingere è come nuotare: si impara buttandosi in acqua” un artista inglese innamorato della Tuscia che, dulcis in fundo, regala alla mostra anche un’atmosfera “internazionale”.

Tanti artisti diversi tra loro, tante tecniche da scoprire, tante emozioni da provare.

A Viterbo è ancora protagonista l’Arte: il 16, 17 e 18 settembre alla Chiesa degli Almadiani.

La curatrice della mostra

Laura Principi (nella foto)

 

 

 

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *