Home Cronaca Viterbo, annullata la Fiera di Santa Rosa, spettacoli a San Lazzaro, il comune sceglie eventi “cimiteriali”
Viterbo, annullata la Fiera di Santa Rosa,  spettacoli a San Lazzaro, il comune sceglie eventi “cimiteriali”

Viterbo, annullata la Fiera di Santa Rosa, spettacoli a San Lazzaro, il comune sceglie eventi “cimiteriali”

0
0

Viterbo, Fiera di Santa Rosa del 4 settembre, annullata anche l’edizione 2021. Sia quella tradizionale per le vie del centro storico, sia quella ipotizzata al Poggino. Lo ha ufficializzato il sindaco Giovanni Maria Arena a conclusione dell’incontro avuto questa mattina, venerdì 27 agosto, con i dirigenti comunali dei settori sviluppo economico, lavori pubblici, polizia locale e ambiente a cui aveva chiesto un sopralluogo in via dell’Industria, nell’area che avrebbe dovuto ospitare la fiera il prossimo 4 settembre.

Questa la spiegazione del primo cittadino“Già nei giorni scorsi avevo firmato l’ordinanza per annullare la fiera nel centro storico (n. 51 del 23/8/2021). Oggi, a seguito di quanto emerso dalla riunione, mi vedo costretto a mettere da parte anche la soluzione alternativa individuata al Poggino. Una soluzione ritenuta valida sia per quanto riguarda la collocazione dei circa 330 operatori commerciali, sia la gestione del flusso degli utenti, sia il rispetto delle vigenti disposizioni sanitarie anti Covid. Si sarebbero però resi necessari e indispensabili una serie di interventi, per un costo compreso tra i 40 e i 50mila euro. Costi di adeguamento per l’organizzazione dell’evento. Parliamo di numerazione dei posteggi, del livellamento delle parti non asfaltate, della revisione della viabilità e dei parcheggi, della cartellonistica informativa, della redazione del piano di emergenza, comprensivo di spese per gli impianti di sicurezza pubblica e sanitaria e molto altro”.

“Tutti avremmo preferito la tradizionale fiera nel centro storico. Ma sarebbe stato impossibile controllare e gestire in sicurezza l’accesso e la permanenza delle tante persone nelle tante vie del centro interessate dalla fiera, garantire il contingentamento del numero totale di utenti che contemporaneamente sarebbero stati presenti all’interno dell’area fieristica. Ancor di più considerando che quest’anno il 4 settembre sarà di sabato. Oggettivamente non ci sono le condizioni per far svolgere la fiera di Santa Rosa – ha aggiunto e concluso il sindaco Arena -. Purtroppo dovremo rinunciarci anche quest’anno”. 

il concerto di Max Pezzali, con Max 90 Live, domenica 5 settembre e lo show inedito di Maurizio Battista “Che paese è il mio paese” lunedì 6 settembre si spostano nell’area San Lazzaro, nei pressi della nuova zona commerciale, realizzata recentemente sulla Cassia nord.

La notizia è stata ufficializzata dal sindaco Giovanni Maria Arena, che spiega: “Pratogiardino non è risultato luogo idoneo per poter ospitare i due eventi. A seguito del parere contrario espresso nei giorni scorsi dal comitato provinciale di ordine e sicurezza pubblica, l’amministrazione si è attivata per individuare una soluzione che potesse garantire comunque lo svolgimento dei due eventi, per i quali è già quasi tutto esaurito. Il sito individuato e approvato dallo stesso comitato provinciale di ordine e sicurezza pubblica, riunitosi nella giornata di ieri, è quello del nuovo spazio a San Lazzaro, nei pressi della nuova zona commerciale, che include anche un’area di proprietà comunale, realizzata per ospitare spettacoli. Inaugureremo il nuovo spazio proprio con il concerto di Max Pezzali e lo show di Maurizio Battista”.

Le modalità di acquisto e il costo dei biglietti restano invariati. Entrambi gli spettacoli sono una produzione Ventidieci e rientrano nell’ambito della serie di eventi organizzati dal Comune di Viterbo in collaborazione con ATCL per l’estate viterbese 2021.

Max Pezzali, con Max 90 Live, proporrà i più grandi successi degli 883. Un cantante che ha segnato con i suoi brani la storia della musica italiana a partire dagli anni 90, gli anni del suo esordio con gli 883.

Successi che hanno coinvolto intere generazioni, attraverso un viaggio musicale che vuole far rivivere quelle emozioni e storie che soltanto Pezzali ha saputo raccontare così bene nei primi 4 album degli 883. Gli appuntamenti dell’estate 2021 avranno come protagonisti assoluti gli anni ’90, con l’impianto scenico e le canzoni che hanno segnato un’epoca raccontata dallo stesso Pezzali nel libro “Max90. La mia storia. I miti e le emozioni di un decennio fighissimo”. Costo biglietti: Poltronissima euro 60,00 + 9.00 = 69,00 – Prima Poltrona euro 47,80 + 7,20 = 55,00 –

Seconda Poltrona euro 35,00 + 5,00 = 40,00.

Per Maurizio Battista si tratta di un grandissimo ritorno sul palcoscenico, ripartirà in tour con uno show inedito: “Che paese è il mio paese” .

La nostra bella Italia è ancora “il paese dei santi, dei poeti e dei navigatori”? Lo scopriremo insieme al comico romano che, nel suo nuovo spettacolo teatrale, fa luce sui recenti usi e costumi degli italiani.

Attraverso la sua esilarante comicità e il suo sguardo attento e scrupoloso, Battista analizza le contraddizioni, le incoerenze, le mode e le abitudini che fanno di questo Paese il suo (e il nostro) Paese.

Lo spettacolo, scritto da Maurizio Battista, con la collaborazione di Vittorio Rombolà, Alberto Farina e Gianluca Giugliarelli, evidenzia le tipicità, in continua evoluzione, che contraddistinguono il nostro Stivale, rendendolo un “posto” stravagante e bizzarro, ma – anche per questo – unico al mondo. Costo biglietti: Poltronissima euro 34,80 + 5,20 = 40,00 – Prima Poltrona euro 30,50 + 4,50 = 35,00 – Seconda Poltrona euro 26,10 + 3,90 = 30,00.

Entrambi gli spettacoli inizieranno alle ore 21. Biglietti acquistabili su TicketOne, rivendite autorizzate e presso il botteghino del Teatro Unione (che riaprirà martedì 31 agosto).

Info: 0773 414521 – 388 9506826 – www.teatrounioneviterbo.it .

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *