Home Cronaca Viterbo, altro che ordine pubblico, è il sistema Viterbo “mafioso” che crea degrado, emarginazione e tragici drammi sociali
Viterbo, altro che ordine pubblico, è il sistema Viterbo “mafioso” che crea degrado, emarginazione e tragici drammi sociali

Viterbo, altro che ordine pubblico, è il sistema Viterbo “mafioso” che crea degrado, emarginazione e tragici drammi sociali

0
0

Le solite litanie, il centro abbandonato, un problema di ordine pubblico: lo sarà pure, ma negli ultimi 20 30 anni cosa è stato fatto per cambiare questo  pietoso trend? Nulla, è stato invece tentato con successo  di tutto per favorire la nascita di cittadelle commerciali fuori le mura, il sorgere di supermercati e megastores, e di ogni altra attrazione possibile che spostasse l’attenzione dalla zona più caratterizzata e caratterizzante della città.

Quindi se poi il degrado è sopraggiunto imperioso, avvilente, distruttivo, nella vetus urbs, la colpa è di chi lo ha ispirato, dell’affarismo bieco che ha anteposto ad ogni cosa l’interesse, la speculazione, la mortificazione di Viterbo.

Il problema è sociale, una parte di città abbandonata a se stessa diventa territorio di emarginazione, di droga consumata sul luogo, una città dove non c’è lavoro e tutto viene gestito dalle  clientele della malapolitica e dalla mafia dei colletti bianchi si arriva ad un punto dove la repressione non serve a niente.

Servirebbero politiche del lavoro, emancipazione culturale, idee, ma nulla interessa ai capibastone della zona, che si muovono con chiari riferimenti malavitosi, solo lo sfruttamento di quel che poco che resta e l’oppressione sistematica dei cittadini sudditi.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *