Home Politica Viterbistan, il sindachello del paesello di 1200 anime prossimo presidente della Provincia (300mila abitanti): ma chi è Alessandro Romoli e perchè e per chi lo fa?
Viterbistan, il sindachello del paesello di 1200 anime prossimo presidente della Provincia (300mila abitanti): ma chi è Alessandro Romoli e perchè e per chi  lo fa?

Viterbistan, il sindachello del paesello di 1200 anime prossimo presidente della Provincia (300mila abitanti): ma chi è Alessandro Romoli e perchè e per chi lo fa?

0
0

Pensate che se sarà eletto presidente della provincia Alessandro Romoli, “panunzian-battistoniano” di strettissima, quasi religiosa osservanza, si troverà a dover amministrare una provincia di 300 mila abitanti dopo essere stato sindaco, per più di dieci anni, di un paesello della Tuscia minore, Bassano in Teverina, abitata da solo più di 1200 anime.

Sarà un bel salto soprattutto per la Tuscia intera, rappresentata da un sindachello di un piccolo paesello, il cui curriculum risulta particolarmente  misterioso, a meno che non abbia ottenuto importanti riconoscimenti dalla Nasa a noi non pervenuti.

Romoli è un berlusconiano con simpatie procenesi e canepinesi, i due mentori che provengono rispettivamente da paeselli con 3000 (Canepina) e 600 abitanti (Proceno),  sapranno sicuramente fargli da guida nel difficile mondo della politica provinciale e regionale, dall’alto delle loro molteplici, metropolitane origini.

La Tuscia sceglie sempre i personaggi giusti al posto giusto, Romoli (di cui purtroppo non conosciamo la professione, sarà sicuramente prestigiosissima) ha sicuramente il carisma del politico extra-urbano molto bravo nell’arte del compromesso stra-local, sa come conquistare i cuori dei procenesi ( che restano 600) e dei canepinesi ( che restano 3000), nasce quindi come uomo di larghe vedute e di ampi orizzonti, con il grande onore di dover battezzare ufficialmente l’alleanza contro-natura tra Forza Italia e il Pd, primo step di un amore sbocciato che porterà alla conquista di ogni comune di paesello della Tuscia, anche di qualcuno con 4000 e non 3000 abitanti magari.

Non è vero che la Tuscia va a rotoli, dunque, non ascoltate le malelingue, è già bella che andata a ….  Romoli (sarà la stessa cosa?).

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *