Home Cronaca Viterbistan, “e figli so piezz’e core” e la libertà d’informazione, se viene, viene molto dopo
Viterbistan, “e figli so piezz’e core” e la libertà d’informazione, se viene, viene molto dopo

Viterbistan, “e figli so piezz’e core” e la libertà d’informazione, se viene, viene molto dopo

0
0

Cosa vuoi che conti scavare nel più profondo del marchettificio cittadino dove tutto succede e anche di più se sul volto poi si affaccia la preoccupazione per il figlio ormai cresciuto che ha bisogno di lavorare e “fatica” cerca buona e onesta e discretamente retribuita?

Ma nulla, ovviamente, “i figli so piezz’e core” e vedere il sorriso tornare a fare capolino sui loro volti  non ha prezzo, accende il tuo animo, rischiara la tua vita, dà un senso alla tua esistenza.

E allora cosa vuoi che sia la libertà d’informazione, la curiosità, lo spirito indagatorio, l’inchiesta roboante dinanzi alla felicità di chi è carne della tua carne?

Niente, nulla, solo un inutile impedimento a dare sfogo al più cristallino degli istinti di conservazione, il “tengo famiglia”: e la famiglia viene prima di tutto, “e figli so figli” e, diceva, mia nonna, “cuociono” alla mamma e al padre”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *