Home Politica Un letamaio di dilettantismo, cattiverie e squadrismo
Un letamaio di dilettantismo, cattiverie e squadrismo

Un letamaio di dilettantismo, cattiverie e squadrismo

159
0

E’ finita una campagna elettorale da provincia non solo ultradepressa, ma fuori dal mondo:  a parte  gli spettacolini da tv dei ragazzi, gli squadrismi nei confronti delle libere voci, il “voglioepossofare  tutto anch’io” che caratterizza la società viterbese, abbiamo assistito a prove di forza da ras di quartiere, a schermaglie e accordi non sempre nitidi, ma solo sottotraccia, ad un deprimente campionario di uscite cafonal neanche divertenti.

Viterbo rifugge la professionalità, la sente come un’offesa, preferisce lo stato brado del dire e non dire e poi parlare alle spalle, dell’ipocrisia pelosa, dell’attacco indiretto o fatto a terzi perchè i secondi capiscano, insomma una società senza identità oltre il colpo basso, la trattativa al ribasso, il tengo famiglia, l’alimentarismo familista.

E quanta arretratezza si è vista in questa campagna elettorale, quanta poca speranza ha fatto nascere negli spiriti liberi, questa parata di lacchè senza dignità.

(159)