Home Politica Torre di Chia, Zingaretti ancora un’altra volta asseconda la “conventicola trasversale” viterbese, avremmo preferito si occupasse di lavoro, famiglie ed emergenza covid
Torre di Chia,  Zingaretti ancora un’altra volta asseconda la “conventicola trasversale” viterbese, avremmo preferito si occupasse di lavoro, famiglie ed emergenza covid

Torre di Chia, Zingaretti ancora un’altra volta asseconda la “conventicola trasversale” viterbese, avremmo preferito si occupasse di lavoro, famiglie ed emergenza covid

0
0

Zingaretti ogni volta che c’è da assecondare una conventicola protetta dal partito trasversale Fratelli di Tuscia in qualche modo si affanna subito a far sapere che si impegnerà, si darà da fare e i soldi poi spesso arrivano per davvero: ed anche in questo caso con la questione della Torre di Chia da trasformare in museo pare si sia già attivato: il problema è che non si può dare spazio e considerazione a quattro affaristi dentro, vecchi dentro e fuori, opportunisti che cercano sempre l’occasione per mettere qualche moneta contante in tasca atteggiandosi a finti salvatori della patria, usando soldi pubblici.

Sarebbe il caso che Zingaretti se davvero è convinto di trasformare la torre di Chia in un  monumento coinvolgesse veri intellettuali nazionali, gente seria, di cultura,  che possa far fare anche bella figura alla Tuscia in estesi ambiti: se chiama i soliti quattro scalzacani stra-local getta i denari di tutti noi  nella pattumiera, asseconda le clientele e così non va bene.

Avremmo preferito che il presidente della regione si impegnasse per i problemi seri del territorio, lavoro, difficoltà delle famiglie,  ambiente, acqua, facesse valutare con attenzione gli indici di contagio da covid, la possibilità di rendere la Tuscia zona rossa per qualche settimana.

Purtroppo invece si è sentito parlare di lui solo perchè la sua voce amplificata al massimo dagli house organ delle conventicole degli affaristi tristi, peccato.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *