Home Cronaca Tarquinia Lido, estate 2020, meno spiagge libere, più stabilimenti a pagamento, Paola Celletti: “E uno scandalo, cancellata la libertà di andare a mare delle famiglie”
Tarquinia Lido, estate 2020, meno  spiagge libere, più stabilimenti a pagamento, Paola Celletti: “E uno scandalo, cancellata la libertà di andare a mare delle famiglie”

Tarquinia Lido, estate 2020, meno spiagge libere, più stabilimenti a pagamento, Paola Celletti: “E uno scandalo, cancellata la libertà di andare a mare delle famiglie”

14
0

A Tarquinia Lido la crisi economica si combatte con l’eliminazione delle spiagge libere a favore di quelle a pagamento (ingresso 20 euro): una situazione “classista” che viene denunciata  dalla coordinatrice del Comitato Acqua Pubblica Non Ce la Beviamo Paola Celletti: “In pratica le spiagge libere sono state cancellate dagli stabilimenti che, tra l’altro, sono anche deserte perchè la gente non ha i soldi per pagarsi l’ombrellone. I cittadini non possono più neanche andare al mare liberamente, vorrei chiedere al sindaco se ha dato lui le autorizzazioni”.

20 euro di questi tempi  a Tarquinia sono completamente fuori mercato, considerando che l’ingresso sulle spiagge dell’adriatico non supera i 10 euro e persino nell’isola d’Ischia i prezzi so o questi negli stabilimenti.

Una “imposta” quindi che non favorisce la fruizione della spiaggia di Tarquinia da parte nè di chi può permetterselo nè da parte di chi non ha 20 euro da spendere (che possono diventare 30 o 40 per famiglie numerose).

La politica “classista” per le spiagge è quindi miope e autolesionistica oltre che tale.

(14)