Home Tag "viterbo"

Viterbo, Coronavirus, “No censure, vi racconterò ancora le storie di chi come me aspetta da tanto un posto fisso nella scuola”, interviene ancora la “docente precaria” Silvia Brescia

Vi racconto una storia breve, ma significativa. Scrivo una lettera nella quale esprimo ciò che rappresenta per me il mio lavoro e come sia difficile sostenere la condizione di precariaro che riguarda me e migliaia di altri docenti. Nessuna offesa né ingiuria, tono pacato e rispettoso, solo preoccupazione per il mio futuro e per quello […]

Viterbo, “la decrescita infelice”, parcheggio “privato” a San Pellegrino, una città in mano ai “feudatari”

La domenica viterbese, ecco cosa aspetterebbe i turisti se venissero a frotte in città: non una città valorizzata, ma uno dei veri pochi punti di forza, il quartiere san pellegrino, trasformato in un garage privato come fosse cosa lecita. Ecco come viene utilizzato nei giorni festivi il quartiere turistico dai “feudatari” locali, nell’impunità generale.   […]

Viterbo, piscina comunale: il Presidente Fin Paolo Barelli ha messo ad aprile in cassa integrazione 85 suoi dipendenti dopo aver ricevuto per loro i contributi statali, ecco a chi Arena affida la “piscina”

La Federnuoto ha messo in cassa integrazione alla fine dello scorso aprile i suoi 85 dipendenti. Una decisione che ha “scandalizzato” il quartiere generale di Sport e Salute e che ha fatto arrabbiare non poco i  sindacati. Con questa mossa il presidente della Fin (collega di partito cui Arena ha affidato la piscina comunale)  Paolo […]

Viterbo, “la decrescita infelice”, un fondo di “solidarietà sociale” e buoni pasto, due priorità da chiarire e risolvere

Ci ha assicurato l’assessore comunale ai servizi sociali Sberna che il problema buoni pasto sarebbe stato risolto per quello che concerne tutte le 3 mila richieste giunte in comune: siamo sicuri che la giovane assessora stia lavorando in tal senso, ma ci sentiremmo più tranquilli per le fasce meno agiate che i buoni pasti venissero […]

Viterbo, la “decrescita infelice”: stretti stretti al centro storico, distanza 20 cm, l’unica invocazione di cattolici e laici è ormai “Santa Rosa aiutaci tu”

Distanziamento sociale alla viterbese, eccolo concretizzarsi ieri in una traversa di cardinale le fontaine: vengono rispettati i 20 cm di distanza tra una persona e l’altro, state tutti tranquilli. Tutti insieme appassionatamente, ma distanziati il giusto, quei 20 cm minimi che mettono tutti in sicurezza (poi c’è qualcuno pure che si abbraccia, qualcun altro che […]

Viterbo, la “decrescita infelice”, “Ieri notte al centro Viterbo era solo una baraonda di auto”, ci scrive la “residente” Lina Albano

“Sono una residente del centro storico, ieri sera,  rientrando a casa intorno a mezzanotte a piazza fontana Grande piazza del comune, Via Roma,era piena di macchine, al corso non sono passata ma visto le premesse! È questa la Viterbo che si vuole rilanciare? Un parcheggio selvaggio senza nessun controllo!non è affatto una bella cartolina, sicuramente […]

Viterbo, la “decrescita infelice”, tutti vogliono salvare l’economia, ma quale? 4 ristopub e qualche baretto? L’economia non c’è, va creata

Si parla tanto di rilanciare l’economia cittadina per uscire dalla emergenza covid, ma forse si fa molta confusione sui concetti: che i bar, ristoranti, bar, debbano avere occasioni in più per ripartire, più spazi a costi ridotti, tasse più sopportabili mi sembra più che legittimo: che però si voglia chiamare tutto questo “economia viterbese” appare […]

Viterbo, tolta la passeggiata del sabato mattina al mercato, è rimasto l’antidepressivo… continua a colpi di sbadiglio la “decrescita infelice” di Viterbo

E va bene, anche il mercato del sacrario è andato: in una città col centro storico bello, ma tra i più depressivi d’europa, non si capisce bene perchè sia stata svuotata la zona che almeno consentiva una passeggiata per la città  il sabato mattina. Ora qui a discettare sulla qualità dei prodotti venduti dalle bancarelle […]

Viterbo, Coronavirus, Tavoli all’aperto ovunque, ok, ma Arena deve lavorarci, un unico grande risto-bar a cielo aperto metterebbe in fuga tutti

Che le attività commerciali, specie quelle di ristorazione abbiano bisogno di un po’ di sollievo a causa di una crisi ostinata aggravata solo e non creata dalla pandemia è indubbio, che ora Viterbo debba essere però tutto il giorno trasformata in un risto-bar a cielo aperto è poco comprensibile e irrispettoso nei  confronti di tantissimi […]