Home Politica Sutri, “Il Consiglio comunale aumenta l’Irpef, altro che promesse”, Salvatore Carosi (Prc) attacca il vice-sindaco
Sutri, “Il Consiglio comunale aumenta l’Irpef, altro che promesse”, Salvatore Carosi (Prc) attacca il vice-sindaco

Sutri, “Il Consiglio comunale aumenta l’Irpef, altro che promesse”, Salvatore Carosi (Prc) attacca il vice-sindaco

0
0
Ieri il Consiglio Comunale di Sutri ha approvato il nuovo regolamento sull’addizionale comunale IRPEF prevedendo un un’aumento dal 4 al 6 per mille e la contestuale rideterminazione della fascia di esenzione da 11.000 euro a 8500 euro .
Il Consiglio Comunale è stato convocato d’urgenza in quanto gli amministratori non si erano accorti che bisognava ripianare un deficit di bilancio relativo al conto consuntivo del 2019 di 1.344.163,60 euro dovuto essenzialmente a mancati incassi nel corso degli anni di tasse e canoni.
Quando è stato approvato il conto consuntivo i primi giorni di Agosto, il Vicesindaco ,non accorgendosi dell’enorme problema, ha parlato addirittura di avanzo di Amministrazione.
Questo è segno di superficialità ed incompetenza.
Premettiamo,per onestà intellettuale che, tutti i Comuni si trovano in difficoltà finanziaria ,soprattutto in conseguenza dei minori trasferimenti statali e regionali dovuti⁹ alle politiche dei vari Governi che si sono succeduti negli ultimi decenni. In conseguenza di quanto sopra molti Comuni sono stati costretti ad intervenire sui loro bilanci e anche sull’addizionale comunale.
Ma Sutri ha la particolarità di avere molte seconde case, spesso di pregio, che nel passato erano fonte di importanti risorse per le casse comunali. Nel tempo a causa di evasione ed elusione ( giochini con le residenze) queste risorse sono diminuite così come le entrate di TARSU e canoni idrici per la forte evasione ufficializzata anche dall’amministrazione Comunale.
Si poteva quindi intervenire subito anche con aumenti dell’IMU sulle seconde case oltre un certo valore, salvaguardando le attività produttive e contestualmente iniziare a contrastare elusione ed evasione; ma forse questa somiglia a una patrimoniale, roba da comunisti.
L’addizionale IRPEF invece colpisce indiscriminatamente ed in particolar modo le fasce più deboli anche a causa dell’abbassamento della soglia di esenzione.
Ricordiamo che le addizionali locali colpiscono soprattutto i Redditi da lavoro dipendente e pensione, oltre ai lavoratori autonomi che fanno il loro dovere con il fisco, premiando ulteriormente i finti poveri.
Il Vicesindaco ha detto che è colpa di chi non paga omettendo di farci conoscere le strategie dell’Amministrazione per ridurre il fenomeno dell’evasione evitando di utilizzare le buste paga e le pensioni come bancomat per le casse comunali .
Ricordiamo che in campagna elettorale Lillo di Mauro parlava di bilancio partecipato e trasparenza ma comprendiamo di non poter pretendere la perfezione, dopo che ha realizzato l’immane impresa di diventare Vicesindaco pur avendo perso le elezioni. Tanti auguri di buona salute e di breve durata amministrativa.
Il segretario del Circolo
Salvatore Carosi.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *