Home Politica Sutri, crisi al Comune: Di Mauro (Lista Sutri): “La maggioranza si dimetta tutta e subito”
Sutri, crisi al Comune: Di Mauro (Lista Sutri): “La maggioranza si dimetta tutta e subito”

Sutri, crisi al Comune: Di Mauro (Lista Sutri): “La maggioranza si dimetta tutta e subito”

0
0

E’ vero sindaco Sgarbi non si può passare sopra a quanto accaduto. Lo strappo nella maggioranza, con tutto lo strascico di polemiche e di attacchi personali che ne è conseguito, oltre ad essere grave in se ha prodotto un clima di tensione e malcontento nella cittadinanza difficilmente recuperabile. Il problema di Sutri non è il commissariamento ma proseguire su una strada impervia senza un futuro chiaro, con una maggioranza a tempo, come lei dice, che ha prodotto uno sconquasso e ferite non più rimarginabili. Lei dice di voler governare fino a febbraio ma per fare cosa? Come pensa di governare non avendo una maggioranza coesa?

Non crediamo che ci siano più le condizioni perché i gruppi che la sostengono possano trovare punti d’incontro e di accordo. Le gravi accuse reciproche e le contrapposizioni, le dichiarazioni forti sulla stampa o sui social che ne sono conseguite oltre a rappresentare una brutta pagina della storia di Sutri sono anche significative di una crisi che non ha margini di recupero. Lei steso riconosce, nel suo comunicato “Non si può passare sopra lo strappo istituzionale nello scontro dei consiglieri di maggioranza con il sindaco”… “Non è seguito un chiarimento, e tre quarti della giunta, compreso il vicesindaco, hanno sospeso ogni attività amministrativa, senza alcun contatto con me”. Quindi ci chiediamo come ella pensa di poter tirare a campare con questi presupposti.

Noi pensiamo che sia meglio per tutti dare un taglio a questa esperienza, senza produrre uno stallo che arrecherebbe ulteriori danni sia in termini di governabilità che di immagine alla nostra città. La minoranza in consiglio comunale ha fatto della trasparenza e del rispetto delle istituzioni i cardini di un corretto rapporto con lei e con la sua maggioranza, nel bene della nostra città. Il nostro ruolo è sempre stato chiaro e ben definito, così lo hanno voluto gli elettori, unica opposizione politica ad una maggioranza che sapevamo affatto omogenea e coesa. Le guerre, gli armistizi, le finte paci le lasciamo a voi che ne siete i soli unici responsabili di fronte ai cittadini. Siete stati votati ad amministrare questa città e a soli due mesi dalla vittoria elettorale siete in rotta di collisione con parte della maggioranza, immaginiamo per motivi serissimi, anche se dei quali ancora non siamo stati informati, come richiesto, nella sede consigliare. Agite per comunicati, alzate i toni minacciando dimissioni, senza produrre un solo atto formale in tal senso, nessun assessore si è dimesso e nessuna revoca degli incarichi è stata da lei sottoscritta. Ora lei, con il comunicato, detta le condizioni per proseguire fino al 26 maggio del prossimo anno, ‘rimpastando’ maggioranze ed incarichi lanciando a noi minoranza l’opportunità di entrare nel governo della città offrendoci incarichi. No egregio signor sindaco, la proposta, come già espresso in varie occasioni, è irricevibile.

Noi vogliamo che voi chiariate una volta per tutte le vostre posizioni e dichiariate ai cittadini quale sarà il futuro di Sutri e, se non ci sono le condizioni per continuare la consigliatura, si torni al voto, altrimenti smettetela di litigare e occupatevi dei problemi di Sutri, date un progetto serio a questa città, date un futuro alle nuove generazioni, e non fateci morire di inedia. Se siete capaci di farlo come avete promesso, dimostratelo, lasciando a noi il compito di controllo e di stimolo nel rispetto dei ruoli. Noi siamo opposizione seria ed intransigente, voi siate maggioranza e cercate di amministrare bene la nostra città se ne siete capaci, altrimenti dimettetevi, tutti, ma fatelo al più presto, non perseverate in questa inettitudine fatale a tutti noi.

Lillo Di Mauro capogruppo SUTRI

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *