30 Settembre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Storie viterbesi sconosciute, gli amori di Agostino Chigi

4 min read

Agostino Chigi (il viterbese grande banchiere ed imprenditore e mecenate di artisti, semisconosciuto a Viterbo) mentre era ancora sposato con Margherita Saracini, da cui non ebbe figli, prese come amante la bellissima e raffinata cortigiana Francesca Ordeaschi (o Ardeasca), conosciuta a Venezia. A distanza di alcuni mesi dalla morte della prima moglie, Francesca entrò ufficialmente nella splendida Villa Chigi , progettata da Baldassarre Peruzzi lungo le rive del Tevere, divenendone a tutti gli effetti l’invidiata, ma indiscussa, première dame.

Per celebrare il loro amore, Agostino commissionò a Raffaello l’illustrazione della favola di Amore e Psiche , tratta da Le metamorfosi di Apuleio , in quella che verrà in seguito denominata “Loggia di Psiche”,  al pianterreno della villa. Se voi siete stati a Villa Farnesina a Roma , noterete che nella Loggia di “Amore e Psiche” è immortalata una donna nuda che rappresenta l’Eros… beh quella donna è proprio Francesca Ordeaschi che fu dipinta anche da un altro ” artista viterbese” Sebastiano del Piombo

Quello tra Agostino Chigi e Francesca Ordeaschi rappresentò un matrimonio rivoluzionario: una donna dai trascorsi per l’epoca discutibili era riuscita a sposare uno degli uomini più influenti del tempo. Un uomo che, per amor suo, aveva persino mandato a monte le trattative di nozze con la nobile Margherita Gonzaga , il cui blasone avrebbe potuto portare ulteriore lustro alla famiglia Chigi.Un uomo che divideva questa donna col suo grande amico Raffaello, il grande ed elegante banchiere Agostino Chigi simbolo di ricchezza e il biondo , fascinoso artista Raffaello.

Dei cinque figli avuti da Francesca Ordeaschi, Agostino Chigi conobbe solo Lorenzo Leone, Alessandro Giovanni, Margherita e Camilla. Il quinto figlio, che avrebbe portato il suo stesso nome, sarebbe nato infatti dopo la morte del padre, avvenuta a cinquantatrè anni. I funerali dell’illustre banchiere “cittadino adottivo viterbese” , cui parteciparono migliaia di persone, rappresentarono un vero e proprio trionfo post mortem, del tutto coerente con la sua magnificenza di mecenate delle arti e con la sua fama di abilissimo ed elegante uomo di affari. Doti, queste, che l’avevano reso amico, e in non pochi casi ascoltato consigliere, dei più potenti nomi dell’Europa rinascimentale.

L’ancor giovane moglie gli sopravvisse solo sette mesi, morendo da ricchissima ereditiera, . A questo dubbio, tuttavia, la fama della leggendaria coppia fece prevalere la convinzione che la prematura e misteriosa morte di Francesca fosse stato un suicidio di vero amore: un amore degno dei sublimi affreschi, raffaelliti e non solo, di quella che fu poi nomata Villa Farnesina, un amore per due uomini che lei amò in maniera viscerale morti a distanza di cinque  giorni l’uno dall’altro . Per la bella Francesca la morte dei due uomini tanto amati fu sicuramente più di un trauma che portò lei stessa alla decisione di avvelenarsi

Agostino Chigi è sepolto a Roma nella cappella di famiglia progettata da Raffaello Sanzio ed eretta all’interno della Basilica di Santa Maria del Popolo mentre Raffaello Sanzio è sepolto al Pantheon a Roma . Sormontata dalla Madonna del Sasso, scolpita dall’allievo di Raffaello, Lorenzetto, presenta un epitaffio di Pietro Bembo che dice «Qui giace Raffaello, dal quale la natura temette mentre era vivo di esser vinta; ma ora che è morto teme di morire».

I tre in vita furono molto amici, moglie di uno amante dell’altro o in un menage a tre inconsueto per i tempi ma parliamo di uomini che se ne son sempre fregati delle convenzioni, anzi, oggi sappiamo che Raffaello amò Francesca Ordeaschi in maniera totale così come Agostino Chigi. Forse la Ordeaschi fu l’ossessione di Raffaello nel ritratto della Fornarina che portava sempre con se cercando di migliorarlo proprio come Leonardo fece con la Gioconda

Quindi un’amicizia forte con questa donna contesa nel mezzo. Francesca si avvelenò sette mesi dopo la morte di Agostino Chigi e di Raffaello Sanzio, probabilmente non resse alla perdita degli uomini che tanto amò in vita, celebrando ciò che è affrescato alla Villa Farnesina che cita “l’amore terreno è la più grande gioia che ci sia”. Francesca Ordeaschi è sepolta nella chiesa di San Pietro in mortorio a Roma , il luogo dove San Pietro fu crocefisso

Sono storie e intrighi e intrecci amorosi che hanno dopo secoli mantenuto il loro fascino, anche il vero volto di Raffaello Sanzio è stato da poco delineato e ricostruito in 3d dagli specialisti dell’Università di Tor Vergata dopo approfonditi studi sui resti del grande artista al Pantheon.

Di Agostino Chigi abbiamo il medaglione funebre che lo ritrae cinquantatreenne  e un quadro di lui più giovane. Francesca Ordeaschi: è stata immortalata nell’affresco di Amore e Psiche a Villa Farnesina a Roma, addirittura nuda

Tornerò a raccontarvi del più grande viterbese di tutti i tempi , il più importante nel Mondo, banchiere di Papi e Sultani, mecenate di artisti che fecero la storia dell’arte del Rinascimento ma misconosciuto ahimè nella sua Viterbo, è una delle tante occasioni perse dal turismo viterbese che non riesce a fare tesoro delle storie preziose e dei personaggi incredibili che animarono e resero famosa questa città nel Rinascimento

Pirro Baglioni

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.