30 Settembre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Spia moglie con il GPS e accoltella amante al torace 

2 min read

Le cose non andavano bene tra di loro da dicembre scorso. L’epilogo, però, non era di certo previsto dalla donna che aveva, intanto, deciso di iniziare una nuova relazione con un altro uomo.

Quando lo ha visto è andato su tutte le furie e non ci ha pensato due volte: lo ha accoltellato riducendolo in fin di vita. Ben nove colpi inferti tra viso, addome e torace. La vittima, un uomo di 40 anni residente a La Storta, nella periferia romana, pare fosse l’amante della moglie. Ora, l’uomo è ricoverato in gravissime condizioni al Policlinico Casilino.

l marito, l’aggressore, un soggetto di 35 anni, L.B., è stato invece arrestato dagli agenti del commissariato Flaminio con l’accusa di tentato omicidio. Anche lui, per il momento, è costretto in ospedale per le cure a seguito della colluttazione con la vittima, con ogni probabilità passerà direttamente al carcere.

Secondo quanto ricostruito al momento, L.B. sospettava da tempo che la moglie avesse una relazione: le cose tra loro non andavano bene tra di loro da diverso tempo, e la donna ha raccontato agli inquirenti che erano separati in casa dal mese di dicembre.

Addirittura, il marito, mosso certamente da una mania di possesso ossessivo, aveva installato di nascosto un Gps nella macchina di lei, in modo da poter seguire i suoi movimenti. In questo modo, sabato 6 agosto, intorno alle 16.45,  ha scoperto che la donna si trovava nell’abitazione del 40enne.

Dopo aver localizzato il luogo del tradimento, l’uomo si è presentato sul posto, in zona Quarticciolo, armato del suo coltello e ha suonato alla porta come se nulla fosse. Nemmeno il tempo di capire che si trovava davanti al marito della donna con cui si stava frequentando, che il 40enne è stato improvvisamente aggredito.

Prima spintonato e buttato a terra, infine accoltellato ripetutamente. Le urla della donna hanno attirato i vicini, che hanno dato l‘allarme. Sempre stando alle ricostruzioni riportate, pare che uno dei vicini si sia gettato su di lui per evitare il peggio, cosa che potrebbe aver salvato la vita alla vittima. Il 40enne ferito è stato poi trasportato d’urgenza in codice rosso presso il Policlinico Casilino. L.B., invece, dopo il raptus, si è alzato ed è scappato, fuggendo prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. (elisabetta romani/ilcorrieredellacitta.com).

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.