Home Cronaca Roma, Vetralla, Flaminia Tosini e Valter Lozza, due cuori e tre discariche
Roma, Vetralla, Flaminia Tosini e Valter Lozza, due cuori e tre discariche

Roma, Vetralla, Flaminia Tosini e Valter Lozza, due cuori e tre discariche

0
0

La dirigente regionale (e vice sindaco e assessore del comune di Vetralla in quota PD panunziano) Flaminia Tosini è stata arrestata insieme all’imprenditore Valter Lozza con l’accusa di aver favorito quest’ultimo, soprattutto per quanto riguarda la discarica di Montecarnevale, la cosiddetta Malagrotta 2. Ma il sodalizio tra i due che, a quanto si legge nell’ordinanza di custodia cautelare, era anche sentimentale, non coinvolge solo la realizzazione della citata e discussa discarica. Se infatti si cercano notizie sull’altra società di Lozza che, oltre alla Ngr s.r.l., è menzionata nell’ordinanza, subito emergono evidenti anomalie.

La Mad s.r.l., questo il nome della seconda società lozziana, gestisce due discariche per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi, una a Roccasecca (Frosinone) e l’altra a Civitavecchia. Tutte le determinazioni regionali che hanno permesso di attivare le due discariche portano la firma della dirigente Flaminia Tosini. All’assessorato all’Ambiente della regione Lazio nessuno ha mai fatto caso a questa curiosa coincidenza?

E’ normale che un dirigente si occupi in esclusiva di tutte le pratiche che riguardano un singolo imprenditore? Certo, Tosini si è occupata anche di altre pratiche e altri imprenditori (su cui probabilmente si sta già indagando), ma questa circostanza è comunque strana. E ancora più strano è che all’interno dell’assessorato nessuno l’abbia notata. Un comunicato ufficiale della regione Lazio, che annuncia la sospensione cautelare della dirigente dal suo incarico, si conclude con le solite frasi di circostanza: “Esprimiamo fiducia nell’azione della magistratura, auspicando che si faccia rapidamente luce su questa vicenda, e rinnoviamo l’apprezzamento nei confronti della direttrice Tosini, che saprà chiarire la correttezza del suo operato nel rispetto delle proprie funzioni”.

Fiducia nella magistratura, garantismo (sottinteso), apprezzamento, chiarimenti, eccetera. Le solite frasi di circostanza, appunto. Leggeremo lo stesso comunicato con le stesse frasi di circostanza anche quando Carabinieri e magistratura chiameranno in causa qualche superiore di Flaminia Tosini? Da qualsiasi lato la si guardi, questa vicenda puzza molto. E non solo perché ci sono di mezzo le discariche.

(Samuele Spada)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *