Home Cronaca Roma, “Mi accompagni al ristorante?”, ferisce il proprietario dell’auto e fugge a folle velocità
Roma, “Mi accompagni al ristorante?”, ferisce il proprietario dell’auto e fugge a folle velocità

Roma, “Mi accompagni al ristorante?”, ferisce il proprietario dell’auto e fugge a folle velocità

0
0

“Mi accompagni al ristorante?”. Con questo pretesto un uomo si è introdotto all’interno di un’auto all’improvviso, e al rifiuto del proprietario lo ha ferito a una gamba con una forbice, fuggendo con il veicolo. La vittima si è immediatamente rivolta alla Polizia di Stato che ha disposto controlli capillari in tutta la zona: l’uomo è stato intercettato da una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine mentre percorreva a folle velocità via di Pietralata.

In via di Val Brembana contromano, poi la fuga a piedi
La corsa in auto è continuata fino a via di Val Brembana: contromano l’uomo ha raggiunto via Val D’Aosta e ha abbandonato la vettura per proseguire la fuga a piedi. Gli agenti del Reparto Volanti lo hanno raggiunto e sono riusciti a bloccarlo: l’uomo ha reagito sferrando calci e pugni ai poliziotti, costretti in seguito a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso. Dopo l’arresto, l’uomo è stato portato in ospedale dov’era presente anche la vittima della rapina he lo ha immediatamente riconosciuto. All’interno dell’auto, i poliziotti hanno rinvenuto la forbice sporca di sangue, utilizzata per il ferimento.

False generalità durante l’arresto
Nel corso delle successive indagini, effettuate dagli agenti del commissariato S. Ippolito, è emerso che il nominativo fornito al momento dell’arresto non corrispondeva al vero: l’uomo deve scontare un residuo pena di circa tre anni. L’arrestato, un giovane di 25 anni, italiano, dovrà rispondere di rapina aggravata, resistenza e minacce a pubblico ufficiale nonché di falso. Condotto in Tribunale e giudicato con rito direttissimo, è stato condannato a 3 anni e 2 mesi di reclusione e, al termine, condotto presso il carcere di Rebibbia. (romatoday)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *