Home Cronaca Roma-Civita Castellana-Viterbo, le ferrovie dell’avventura, soppresse oggi altre 5 corse
Roma-Civita Castellana-Viterbo, le ferrovie dell’avventura, soppresse oggi altre 5 corse

Roma-Civita Castellana-Viterbo, le ferrovie dell’avventura, soppresse oggi altre 5 corse

0
0

Ondata di treni soppressi sulla Ferrovia Roma Nord. Non si fermano le cancellazioni delle corse sulla linea Roma-Civitacastellana-Viterbo con i pendolari a denunciarne oltre 800 dall’inizio del nuovo anno. Oggi giovedì 5 marzo sono già cinque quelle annunciate.

Treni soppressi sulla Roma Nord: vagoni strapieni

Meno treni dunque lunghe attese in banchina e vagoni strapieni. Troppo, soprattutto ai tempi del Coronavirus dove le indicazioni da seguire sono chiare così come la distanza tra persona e persona da mantenere per evitate eventuali contagi.

Lo sanno bene i pendolari costretti a viaggiare ammassati sulle carrozze a disposizione al netto dei treni soppressi. Da qui l’appello alle istituzioni, non solo alla Regione proprietaria della linea o ad Atac che la gestisce: il Comitato dei pendolari della Ferrovia Roma Nord, che non ha “nemmeno la certezza che abbiamo sanificato i treni, viste le condizioni pessime in cui li fanno girare”, ha scritto una lettera al premier Giuseppe Conte.

Le lettera dei pendolari al premier Conte

“I treni affollati sono un veicolo privilegiato per il contagio e noi come pendolari ogni giorno rischiamo di ammalarci. Purtroppo né la Regione Lazio, proprietaria della ferrovia, né ATAC il gestore del servizio, sembrano aver appieno compreso il pericolo e continuiamo a viaggiare stipati come bestie, da sempre, in treni sporchi, affollati e quindi insalubri” – scrivono i pendolari.

La preoccupazione non è solo per gli utenti ma anche per i conducenti dei convogli. “Per mitigare un rischio effettivo, una soluzione percorribile – suggeriscono i pendolari – sarebbe quella di farli lavorare a squadre fisse, cioè sempre stesso capotreno con lo stesso macchinista a fianco, niente doppi turni, con Dirigente Unico e Capodeposito in contatto da remoto e quindi senza contatto fisico”. 

I viaggiatori della Roma Nord: “Altro che coronavirus, viaggiamo ammassati”

Poi l’appello per la mediazione: “Lo faccia capire a chi legge che con poco si potrebbe fare molto, come efficace forma preventiva.Altrimenti andremo tutti in quarantena, prima o poi”.  (romatoday)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *