Home Politica Quanti sondaggi alla settimana? Tanto c’è la Pisana
Quanti sondaggi alla settimana? Tanto c’è la Pisana

Quanti sondaggi alla settimana? Tanto c’è la Pisana

127
0

Il problema più grande e sottaciuto  delle classi dirigenti, politiche, degli operatori culturali o dell’informazione cittadine, è di non avere il senso del ridicolo: stazionano nella bella Viterbo da mane a sera, week end compresi e ne hanno fatto non il loro microcosmo, ma il loro mondo. Vi ricordate quando qualcuno propose che la città dei papi ospitasse l’eurofestival? E che diventasse capitale nazionale della cultura? I casi in tal senso si sprecano e purtroppo vanno a rappresentare una provincia depressa,  dove nulla si costruisce, tranne le sparate cafonal, qualcuna addirittura che va in porto.

Il direttore di un gazzettino stralocal che dovrebbe avere 100mila lettori al giorno (e che però non ha neanche una pubblicità nazionale, guardacaso, sì che ne dovrebbe avere a quelle presunte quote, mai ufficializzate con apposita grafica statistica della società rilevatrice, comunque) informa tutti di aver ingaggiato  il notissimo sondaggista Piepoli, di qui a ben oltre le elezioni.

Quindi in una provincia depressa, senza idee, senza politica, senza lavoro, una testata ultralocale si può permettere di scritturare un notissimo comunicatore come in palio ci fosse il prossimo governo della nazione: chissà quanto sarà costata l’operazione, tra l’altro, inopportuna, vista l’entità dell’evento meramente cittadino.

Ci sarà qualche autorevole politico della provincia,   amante dei buoni sigari,  che avrà caldeggiato l’iniziativa? Per quali motivi? E perchè li commissiona un giornale schierato politicamente, che riceve regolari sponsorizzazioni dalla regione, proprio quando tra i candidati sindaco c’è giusto un assessore regionale non dimissionario?

Vallo a capire, ma intanto purtroppo le ridicolaggini si aggiungono alle ridicolaggini, per usare una metafora calcistica, è come se il Sora avesse ingaggiato Neymar o come se il bollettino di cariddi avesse assunto  al desktop l’intera redazione della Cnn.

(pasquale bottone)

(127)