Home Cronaca Povera Piazza del Comune, se non la occupano le auto c’è il bosco
Povera Piazza del Comune, se non la occupano le auto c’è il bosco

Povera Piazza del Comune, se non la occupano le auto c’è il bosco

0
0

Il destino di Piazza del Plebiscito (comunemente Piazza del Comune) sembra quello di non poter risplendere della sua sola bellezza che è pure notevole: basterebbe un arredo urbano minmal ed una illuminazione ben studiata a renderle onore.

Invece nulla, o ci sono le pesanti sovrastrutture dei festival e le paninoteche volanti, o i parcheggi selvaggi di auto o addirittura i boschi ad opprimerla.

Non siamo riusciti  a capire quale intenzione didascalica (come pare sia) si nasconda dietro questo scenario cupo e malinconico fatto di grandi cedri e di albero d’ulivo, l’effetto certo non è dei migliori e la piazza sembra inutilmente soffocata.

Perchè si doveva allestire necessariamente questo bosco, con una estetica così dubbia, chi lo aveva prescritto, un medico ecologista di passaggio? A Viterbo le cose sembra sempre che vengano messe su nell’interesse della città, ma se vai a vedere e rivedere poi è difficile che lo trovi: e  questi amministratori qualche lezioncina privata di buon gusto potrebbero anche prenderla ogni tanto invece di procedere così, tanto per procedere, come se si trattasse solo di riempire il solito scalcagnato contenitore, non certo uno scrigno pieno di idee e di fantasia.

(r.s.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *