30 Settembre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Oh Gesù, l’assessore baritono ha dimenticato la musica giovanile

2 min read

Non c’è stata mai presentazione più altisonante di un assessore alla cultura a Viterbo come quella di Antoniozzi: eppure il personaggio in questione è un cantante lirico noto e giramondo, ma non ci risulta che abbia trascorsi da operatore culturale o da consumatore di musica di vario genere. Ma ovviamente gli entusiasti ragazzi di Viterbo 20 20, del tutto in buona fede, dovevano pur mitizzare uno dei pochi artisti fra di loro ed è toccato al baritonale Alfonso da Viterbo.

Il problema è che però il suddetto ad ogni occasione esprime totale disinteresse per la musica extracolta o giovanile, o pop rock, che dir si voglia, manifestando chiaramente di preferire gli oblii classico lirici: una prospettiva che atterrisce i poppettari come il sottoscritto nato e cresciuto a base di funky, r& b, soul and rhythm and blues e anche molto interessato alle nuove tendenze della nuova musica italiana.

Ma Antoniozzi in 3 mesi ci ha regalato solo un po’ di discoteca di piazza  con i dj, qualche cover band locale da incubo e addirittura un bravissimo chitarrista come Dodi Battaglia che ormai ha 70 anni e sta seguendo un suo percorso musicale,  solo che più che diretto ai vecchi fan degli orsacchiotti di una volta non si capisce a chi possa piacere.

Intorno tutte serate e seratine letargiche per gli under 65 e addirittura la riedizione live a cappella un po’ buffa e quasi grottesca dell’inno di Mameli in piazza.

Eppure l’universo musicale è in pieno fermento dopo il covid, di proposte ce ne sono tante in giro, un assessore alla cultura più che cantare live (non gli è richiesto per nomina) potrebbe tranquillamente concentrarsi sull’ascolto di un po’ di musica popolare o pop, o rock, o di tendenza che dir si voglia, per essere informato e scegliere qualcosa che non piaccia solo a se stesso.

Anche perchè sono decenni che ascoltiamo eventi musicali giovanili scarsissimi a Viterbo, ce ne sarebbe bisogno.

A questo punto la speranza è che il baritonale assessore esca dai suoi panni per vivere qualche istante di odiatissima (da lui) contemporaneità.

(dj todd )

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.