Home Politica viterbo politica Note, si candida Fusco? Uno spettro sul centrodestra
Note, si candida Fusco? Uno spettro sul centrodestra

Note, si candida Fusco? Uno spettro sul centrodestra

272
0

Sono settimane in cui i partiti esaminano e valutano le candidature per le prossime politiche del 25 settembre; mentre il centrosinistra aspetta il via libera all’uninominale per Panunzi ( che non è detto arriverà) il centrodestra avrà probabilmente Battistoni nell’uninominale nelle Marche, mentre per Rotelli nulla ancora si sa.

L’unico che pubblicamente finora  ha annunciato di essere sicuro della riconferma è stato il senatore Umberto Fusco, che evidentemente ha avuto già rassicurazioni in tal senso o vive in un suo mondo fantastico dove contano solo i suoi sogni. Se si  può parlare di un mandato senza contenuti politici, capacità di incidere sul territorio, che ha solo allontanato iscritti e perso voti in questi 4 anni si può serenamente riportare il discorso a quello del senatore laziale che non ne ha azzeccato una e si trova con 4 gatti accanto e nessun risultato raggiunto.

Se la politica persegue il bene pubblico allora Fusco farebbe bene a rinunciare alla conferma neanche se gliela offrissero su un piatto d’argento: se è altro allora tutto è possibile perchè l’interesse della collettività non è contemplato.

Senza trascurare l’impatto choc che potrebbe avere una nuova candidatura di Fusco sui già delicatissimi equilibri di un centrodestra viterbese in crisi, assai ridimensionato dalle ultime comunali: ci vorrebbe più serietà da parte di politici sconfitti e umiliati più volte, ma gli ego ipertrofici, come, si sa, sono capaci di causare danni irreparabili, soprattutto se neanche accompagnati da un minimo di talento e di cultura.

(272)