4 Ottobre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Nigeriano va ufficio immigrazione e viene arrestato

2 min read

 

Come se nulla fosse si era presentato all’ufficio immigrazione della Questura di Viterbo per avere della documentazione relativa al permesso di soggiorno. Ma dagli uffici della polizia è finito dritto a Mammagialla per scontare la pena a un anno e sei mesi che gli è stata inflitta dal tribunale di Terni.
Protagonista della storia un nigeriano di 43 anni che qualche giorno fa, in serata, si è presentato all’ufficio immigrazione per sistemare delle pratiche relative al permesso di soggiorno. 

Ma interrogando le banche dati gli agenti hanno scoperto che l’uomo non doveva stare assolutamente a piede libero. Sulla sua testa pendeva infatti un ordine di carcerazione in seguito alla condanna, diventata definitiva, a un anno e mezzo che gli è stata inflitta dai giudici del tribunale di Terni per il reato di violenza sessuale.
Dunque sono intervenuti gli agenti della squadra mobile che, dopo la formale notifica del provvedimento, hanno invitato lo straniero a seguirli. Concluse le formalità di rito l’uomo è stato portato a Mammagialla dove sconterà la pena.

La condanna a suo carico, da quello che si è appreso, è legata a un episodio di molestia ai danni di una ragazza che sarebbe stato denunciato qualche anno fa nella città umbra. Da quei fatti scaturì un processo che portò alla condanna. Sentenza che non è stata impugnata e che nel frattempo è diventata definitiva. Solo che nel frattempo l’uomo non stava più a Terni e finora non era stato possibile raggiungerlo per accompagnarlo in carcere. Fatale la volontà di sistemare il suo permesso di soggiorno.
 

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.