Home Politica Montefiascone, sempre accesa e dura la polemica tra dx e sx, Leonardi (centrodestra): “Sinistra graziata dal Tar”
Montefiascone, sempre accesa e dura la polemica tra dx e sx, Leonardi (centrodestra): “Sinistra graziata dal Tar”

Montefiascone, sempre accesa e dura la polemica tra dx e sx, Leonardi (centrodestra): “Sinistra graziata dal Tar”

0
0

La sentenza del Tar, nonostante abbia riconosciuto la mancanza del simbolo sull’atto principale e sui due atti con le firme dei sottoscrittori, ha riammesso la lista Pd-M5S per favorire la più ampia partecipazione elettorale. Inoltre, non andremo in appello”. Così il candidato sindaco del centrodestra Andrea Danti, sulla decisione dei giudici amministrativi di riammettere la lista della sinistra in salsa pentastellata, con qualche odore di destra anti Leonardi (i due candidati di Montefiascone rinasce, gli ex leghisti Claudia Roscani e Angelo Merlo).  “Siamo tuttora convinti della fondatezza e della correttezza della decisione della sottocommissione di Montefiascone – prosegue Danti – con cui era stata esclusa la lista della sinistra, ma non ricorreremo al Consiglio di Stato, e ce la giocheremo sul campo. Non faremo ricorso nonostante ci siano fondati motivi per andare avanti dal lato amministrativo (la commissione ha votato all’unanimità per l’esclusione, compreso anche il loro stesso rappresentante). Abbiamo pensato dunque di interrompere qui la famosa ‘guerra delle carte bollate’, iniziata – lo ricordiamo ancora – non certo da noi. La decisione finale starà ai cittadini il 3 e 4 ottobre”. 

“Il Tar ci ha dato ragione-  – ha detto in conferenza stampa la De Santis- Non ci interessano le polemiche, e ora spiegheremo i nostri progetti alla gente, che spero vorrà votarci. Ora ci concentriamo su quello che ci interessa, stare in mezzo alle persone e spiegare cosa faremo una volta arrivati in Consiglio e in giunta comunale”. 

 

Sandro Leonardi, invece, è più duro“Adesso inizia la vera campagna elettorale – dice il candidato di centrodestra –. Ma resta il fatto che i nostri avversari non abbiano saputo presentare una lista, e questa volta la sinistra giustizialista (con dentro la componente ex grillina) è stata graziata dal Tar, che riconoscendo l’errore macroscopico le consente di competere nelle urne per una questione di pluralismo. In ogni caso, mettere Montefiascone nelle mani di Pd-ex Cinquestelle è una grande responsabilità per i cittadini”. 
In ultimo, una nota di Forza Italia: “Ringrazio la senatrice Licia Ronzulli e il sottosegretario Battistoni per le due visite ravvicinate a Montefiascone – afferma il commissario azzurro Gianluca Ferri -. Montefiascone per anni è stato distante dalle istituzioni nazionali. Per questo il lavoro di FI per sopperire a questo vulnus è costruttivo. Riallacciare i rapporti con Roma è importante se vogliamo riappropriarci di quel primato che per anni abbiamo avuto nel nord della provincia”. (alessandro quami /corrierediviterbo.corr.it)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *