Home Cronaca Monica Lorenza, la badante uccisa sul balcone dal compagno: stavano insieme da due mesi
Monica Lorenza, la badante uccisa sul balcone dal compagno: stavano insieme da due mesi

Monica Lorenza, la badante uccisa sul balcone dal compagno: stavano insieme da due mesi

7
0
Stavano insieme da un paio di mesi e forse lei voleva lasciarlo. Una storia che per certi versi ricorda la tragedia del Portuense che, a pochi chilometri di distanza, si è ripetuta e che racconta (ancora) un brutale femminicidio avvenuto a Roma, nella zona del quartiere Marconi.

Monica Lorenza Mejia Vallejo, colombiana di 44 anni, non immaginava che quella relazione intrapresa con un connazionale di 24 anni poi grande, Gonzalez Arbelaez, 68 anni, le sarebbe costata la vita. Lui, nell’appartamento in via Federico Guarducci dove i due stavano, è stato trovato in casa con il coltello usato per l’omicidio ancora sporco di sangue. In casa anche un uomo 53 anni, un disabile costretto a letto, che i due, coppia nella vita e anche nel lavoro come badanti, accudivano.

La tragedia è andata in scena intorno alle 13.45 quando il litigio si è trasformato in omicidio. Gonzalez Arbelaez, per motivi che non ha ancora voluto raccontare agli inquirenti, si è avventato su Monica Lorenza colpendola ripetutamente, soprattutto all’addome. Prima con calci e pugni e poi con una coltellata al ventre.

Monica Lorenza è riuscita tuttavia a sfuggirgli e a raggiungere il balcone da dove ha cercato in qualche modo di dare l’allarme, sbracciandosi e urlando seppur ferita e sanguinante. Un tentativo disperato che sembrava davvero poterle salavate la vita anche perché gli altri residenti della palazzina, così come qualche passante in strada, si sono accorti – in parte – di quello che stava accadendo, dopo aver visto la donna con il volto e la braccia coperte di sangue e terrorizzata, su quel balcone del quinto piano di via Guarducci.

Dietro di lei – mentre partivano le prime chiamate di allarme al Numero Unico per le Emergenze – però è comparso anche Gonzalez Arbelaez, il compagno violento che l’ha picchiata nuovamente e trascinata nell’appartamento, dove l’ha finita con altri fendenti al ventre risultati fatali.

Gli agenti del Commissariato San Paolo della polizia di Stato, arrivati dopo le tante segnalazioni di allarme ricevute, hanno aperto la porta dell’appartamento trovando l’uomo con ancora il coltello sporco di sangue e Monica Lorenza morta in casa. Gonzalez Arbelaez non ha potuto far altro che confessare tutto, consegnando anche il coltello da cucina con una lama di 20 centimetri, usato per uccidere la sua compagna.

Stando a quando emerso, inoltre, alcuni residenti avrebbero raccontato agli inquirenti che sentivano litigare spesso la coppia, anche con toni accesi. Monica Lorenza non avrebbe però mai  denunciato nulla tanto che lui risulta incensurato, eppure il motivo per cui ha ucciso brutalmente la sua compagna non lo ha voluto spiegare ai poliziotti che lo hanno arrestato. (fonte Lorenzo Nicolini/romatoday.it)

(7)