Home Politica Mazzoli e l’endorsement pro-Tronky di fine stagione
Mazzoli e l’endorsement pro-Tronky di fine stagione

Mazzoli e l’endorsement pro-Tronky di fine stagione

126
0

Mazzoli è un ragazzo simpatico, però un po’ troppo ubbidiente al partito-mamma (Pd-ds- pds- pci): si era visto lontano un miglio che non era entusiasta di partecipare all’agone per le comunali (è pur sempre un migliorista che non ama i toni troppo accesi), poi si è fatto trascinare, subito dopo zio Ugo, il suo  mentore, ed è partito con l’endorsement pro-troncarelli.

E va bè, “le proposte della Frontini sono un po’ troppo suggestive” ( e che vor dì suggestivo ora? Cos’è una delegittimazione da sinistra elitaria?), “bisogna offrire una prospettiva di futuro alla nostra città”, “possiamo rischiare veramente un altro periodo di incertezza e inattività amministrativa?”, insomma, un invito al voto piuttosto svogliato che si vede che è dovuto partire perchè doveva proprio partire.

Mazzoli non deve averne avuta gran voglia di scrivere quello che ha scritto, lo ha fatto stancamente, e non volendo ha inventato gli endorsement di “fine stagione”, li fai tanto per fare,  tanto lo sai che nessuno li starà ad ascoltare.

Mazzoli però usa sempre toni e modi più garbati degli altri,  bisogna dirlo, ai suoi tempi le Frattocchie funzionavano ancora.

(frusinativiterbesizzati)

 

(126)