5 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

“Lei porta male”, disservizi alle Poste del Carmine, è il “malocchio”

2 min read

Che volete fare, oramai  contiamo solo i danni delle lottizzazioni e delle clientele politiche a Viterbo, visto che trovare professionalità in giro è sempre più difficile, la cortesia e le scuse poi, completamente abolite.

Ore 10, 30 di sabato 24 settembre, una coppia entra alle poste del Carmine, appuntamento prenotato per una poste pay evolution: la signora allo sportello è molto gentile, non è del luogo, dove vive, non senza fatica, ammette, da 32 anni. Massima gentilezza, clima disteso, le operazioni sono lunghe, ma sembra che tutto possa risolversi in un tempo ragionevole.

Dopo pochi minuti il computer si impalla, la signora comincia a segnalare il problema alla centrale,  prega i due di avere pazienza: ma passano altre due mezz’ore e la dipendente è costretta ad attaccarsi nuovamente al telefono, le cose non vanno, il direttore della filiale segue in silenzio.

Dopo un’ora e mezza di tentativi l’impiegata imbarazzatissima rimanda i due ad una sua collega con il placet del sempre silenziosissimo direttore: anche la “collega” non riesce a collegarsi per eseguire l’operazione richiesta, dopo quasi due ore la coppia si spazientisce e comincia a chiedere i computer delle poste a quale anno e secolo risalgano. Nessuno risponde, nessuno chiede scusa, come di moda un po’ da sempre a Viterbo la colpa non è mai di nessuno, solo del fato: tanto che rivolta ad uno dei due clienti in attesa ecco un’altra elegantissima impiegata stralocal  prorompere in un educatissimo “E’ lei che porta male evidentemente” con sgarbo difficilmente raggiungibile in ogni altra parte del pianeta.

Il cliente non tira fuori le conoscenze minime che tutti hanno del turpiloquio, glissa a metà, con qualche sbuffo ben significativo: vivere a Viterbo e andare a fare una semplice poste pay, prendi appuntamento, aspetti 2 ore, il disservizio è totale e alla fine ti danno anche del menagramo. Che simpaticoni questi impiegati, chissà come assunti, delle Poste.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.