Home Cronaca L’altra faccia di San Valentino, l’amore per la “verità”
L’altra faccia di San Valentino, l’amore  per la “verità”

L’altra faccia di San Valentino, l’amore per la “verità”

0
0

Ebbene, come ogni anno i più felici in questa giornata dedicata all’amore saranno fiorai, pasticceri e ristoratori: buon per loro; da parte mia il migliore augurio di fare ottimi affari: è lavoro e il lavoro non si rifiuta mai.
Il mio pensiero invece va a tutti coloro che dietro un mazzo di rose rosse, dietro le scatole a cuore in vellutino piene di ottimi cioccolatini, decorate con merletti e fiocchi, nascondono un sentimento. Il concetto non è semplice: perché nascondere? Perché si pensa o si spera che chi abbiamo accanto possa capire e finalmente decidere di liberarci, o perché la paura prende il sopravvento e i pensieri più strani portano l’anima chissà dove invece di farci capire che l’amore cerca solo di farsi strada anche tra i rovi perché vuole vivere e non essere recitato.
Per ognuno l’amore è qualcosa, per tutti o quasi è quanto di più bello abbiamo in vita, per altri è la ragione per maltrattare, per altri ancora chissà. L’amore andrebbe dimostrato più che mostrato, mai rifiutato, ne festeggiato e ignorato. L’amore è libertà, benessere, felicità… semplicemente.
E a tutti coloro che stasera andranno a cena con l’altra/o della coppia voglio dire questo: se non vi sentite nel posto giusto, se siete a cena con una persona che vedete ma non guardate più da tempo, se i vostri pensieri sono altrove, se siete insoddisfatti, mai contenti e cercate approvazione ovunque, se non vi sentite appagati dopo i vostri doveri di coppia… allora vuol dire che state mentendo a qualcuno e soprattutto a voi stessi.
Non fatelo perché il tempo vola e questo attimo è già passato: la vita è bella e preziosa ma ha un limite oltre il quale non si può andare e allora vale ogni pena festeggiare ogni giorno con chi ogni giorno scegliamo coscientemente, fuori dagli schemi imposti dal quotidiano, dalla società, dalle tradizioni e quanto altro possa condizionare. Proprio ieri sera, così affettuosamente, ho consigliato a un caro amico di portare fuori la sua sposa per San Valentino e mi ha risposto: “Noi abbiamo i nostri giorni. Preferiamo i nostri giorni”.
Grazie per questa risposta: puoi continuare a essere mio amico, uomo dal cuore grande!

Barbara Bruni

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *