Home Cronaca La nota: due donne viterbesi rapinano un distributore di benzina, due giovani picchiano i carabinieri, ma per la città il problema sono gli immigrati
La nota: due donne viterbesi rapinano un distributore di benzina, due giovani picchiano i carabinieri, ma per la città il problema sono gli immigrati

La nota: due donne viterbesi rapinano un distributore di benzina, due giovani picchiano i carabinieri, ma per la città il problema sono gli immigrati

0
0

Addirittura l’aggressione di un uomo di colore ad una negoziante ha spinto l’altro giorno un partito della maggioranza a scrivere una preoccupata nota sul pericoloso degrado del centro storico e sul problema ordine pubblico (relativo secondo questa forza politica in primis agli immigrati). Cosa che lo stesso partito non ha fatto ieri quando due donne viterbesi di 40 e 60 anni hanno fatto il pieno di benzina servite dal gestore, poi, anziché pagare, hanno deciso di fuggire, arrivando addirittura a scaraventare a terra e a ferire lo stesso gestore. Anche qui le due donne sono state arrestate, ma resta il gesto molto violento e delinquenziale.

Assai preoccupante anche quanto successo al Riello l’altra sera: due giovani, fermati dai carabinieri nel corso di controlli antidroga, si sono sottratti a questi ultimi fuggendo ed una volta raggiunti hanno addirittura picchiato e mandato all’ospedale i militari, una violenza rara, inaudita. Eppure non si sono viste reazioni indignate sui social nè note di partito, evidentemente sono episodi considerati di routine.

Se l’aggressore è straniero scoppia un pandemonio, se è viterbese è tutto ok: valla a capire tu la città dei papi aspirante città d’arte e cultura.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *