28 Novembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

La nota di Pasquale Bottone: cittapaese.it non chiude, va avanti, non mi ritiro a vita privata, e se qualcuno ci vuole male … corna e bicorna

2 min read

Il panorama giornalistico viterbese on line è sempre più desolante, ormai ci sono decine di testate che si aggrappano alla speranza di entrare in un mercato pubblicitario già monopolizzato contando sulla “velina” giusta, sul supporto di quello o quell’altro politico, come se alla ricerca di un qualsiasi lavoro che permetta di sbarcare il lunario.

Professionalità, rispetto delle regole sono quindi praticamente introvabili così come il “giornalismo” vero e proprio scalzato da un più comodo e semplice “copincollismo” di comunicati stampa. Servirebbe un incontro collettivo serio per uscire dal guado, ma tutti sperano di farlo unicamente con la genuflessione di turno al politico devoto.

Tutti giornalisti, tutti opinionisti, tutti imprenditori, grande confusione sotto al cielo e tanta mediocre arroganza in circuito.

Avevamo scritto su fb che se non fossero intervenuti nuovi  fattori entro il 30 settembre avremmo chiuso: eccoci qua, il giorno è arrivato. La decisione era stata già presa, il treno già prenotato per una piccola vacanza al Sud rigenerante, quando il fatto nuovo è intervenuto.

Camminando per il centro a me è capitato di incontrare un noto politico locale che mi ha accolto con uno scherzoso (?), provocatorio (?), amichevole (??): “Ancora in giro, ma non ti eri ritirato a vita privata?'”. Confesso che ho trovato la cosa molto sgradevole e inopportuna, ma sicuramente non ipocrita, e in un attimo ho rivissuto 18 mesi di cittapaese.it, le inchieste, gli editoriali contro la malapolitica e ho capito che non potevo fornire chiudendo il giornale motivo di soddisfazione  e di festeggiamento a chi vede la mia libera informazione e il  mio non essere devoto al potere dominante come fumo negli occhi.

A quel punto ho capito che la mia seconda patria ( la prima resta Napoli, dove sono nato e cresciuto fino a 38 anni) non meritava di essere lasciata nelle mani sbagliate, senza un controllo critico costante e un tentativo di pluralismo dell’informazione: e ho deciso di continuare, nei limiti del tempo libero che le mie altre attività mi concederanno, ad accendere i riflettori sulla spesso controversa cronaca, specie politica, cittadina,

Al politico che mi voleva “ritirato a vita privata” dico “grazie” per avermi ridestato da un attimo di torpore, cittapaese.it continua e sarà sempre una fastidiosa puntura di zanzara per chi pensa che la politica sia solo un affare di famiglia e che Viterbo debba continuare ad essere sacrificata agli interessi di bottega e al  mancato sviluppo “indotto” dai soliti cultori di un miope, gretto e protervo opportunismo.

E’ tutto, buona domenica a tutti

Pasquale Bottone

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.