Home Politica Inchiesta acqua, una “testa di cavallo” per il senatore Fusco
Inchiesta acqua, una “testa di cavallo” per il senatore Fusco

Inchiesta acqua, una “testa di cavallo” per il senatore Fusco

0
0

I Signorini Grandi Firme di “Zingaweb” vivono, impaginano marchette, mangiano, fanno l’amore, eccetera, in un mondo parallelo al nostro? Certamente sì. Non a caso in un recente passato, abbiamo ipotizzato l’esistenza di un mondo, ispirato al celebre romanzo distopico di George Orwell 1984 e ideato dal Megadirettore e Megaeditore Galattico a sua immagine e somiglianza. Un mondo, va da sé, orrendo e autoritario, con la famigerata psicopolizia impegnata a dare la caccia ai dissidenti.

Quando non manganellano i reprobi con i loro articoli o interventi, gli psicopoliziotti, si tratti di Signorini Grandi Firme o di consiglieri comunali come il tristemente noto Barelli Laqualunque, dimostrano tutti i loro limiti o meglio la loro natura di ottusi “signorsì” al servizio del tirannico Scalfari de noantri. Quindi se il “Corriere di Viterbo”, citando la ormai celebre inchiesta del quotidiano on-line TPI sulla municipalizzata viterbese Talete, sbatte in prima pagine il senatore leghista Umberto Fusco come “moroso”, cosa ti combina “Zingaweb”? Il giorno dopo pubblica la notizia riportando le precisazioni del parlamentare viterbese, che ammette di aver avuto, come tanti, un contenzioso poi risolto con la Talete e di non essere affatto un moroso.

Giornalismo in puro stile british, almeno all’apparenza. Ma da un webgazzettino stra-local, ancorché ormai votato all’apologia del grande Zinga (editore “ombra” della testata), e da un Signorino Grandi Firme, ancorché vetusto e pensionando, francamente pretendiamo qualcosa di più.

Domande semplici tipo: chi ha passato l’elenco dei morosi della Talete a TPI? E ancora: perché proprio l’elenco con il nome di Fusco, senatore di un partito che si è opposto alla nomina, patrocinata dal partito trasversale composto da Forza Italia-Fratelli d’Italia-Pd panunziano e frattaglie laqualunquiste varie, di Salvatore Genova alla carica di amministratore unico della Talete? Domande semplici e risposte scontate. Che però a “Zingaweb” non interessa formulare e ricevere. Paura di trovare qualche testa di cavallo, come quella recapitata al senatore Fusco, davanti alla porta della redazione? O un conflitto di interessi? Ah, saperlo!

(Samuele Spada)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *