Home Cronaca Grave intimidazione alla stampa libera”: spari contro la casa di un cronista del “Gazzettino”
Grave intimidazione alla stampa libera”: spari contro la casa di un cronista del “Gazzettino”

Grave intimidazione alla stampa libera”: spari contro la casa di un cronista del “Gazzettino”

0
0

Colpi di pistola sono stati sparati nella notte contro l’abitazione a Padova del giornalista Ario Gervasutti, cronista del “Gazzettino” (nella foto). Sarebbero cinque i colpi che hanno raggiunto la casa, tre dei quali la camera da letto dei figli del giornalista.

“Vicinanza al collega e giornalista del ‘Gazzettino'” ha espresso il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “Lo chiamerò – ha detto il vicepremier – Se qualche cretino pensa di intimidire qualcuno della stampa ha nel ministro dell’Interno il suo nemico numero uno“.

“E’ un episodio gravissimo, che va condannato senza se e senza ma, acuito dal fatto che la minaccia contro un giornalista significa di conseguenza un attacco contro opinioni e idee. La mia piena e completa solidarietà al cronista Ario Gervasutti e naturalmente alla sua famiglia”, ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Mi auguro che i responsabili siamo presto identificati e assicurati alla giustizia – ha detto Zaia – Sono intollerabili fatti del genere che purtroppo riportano alla mente anni bui della nostra Repubblica. A Gervasutti e alla sua famiglia la vicinanza mia e delle istituzioni della Regione del Veneto”.

Fnsi, sindacato e Ordine giornalisti del Veneto, congiuntamente al CdR del ‘Gazzettino’, hanno espresso “piena solidarietà al collega Ario Gervasutti, che nella notte ha subito un attentato vile e inquietante, dalla gravità inaudita“, “un attacco inaccettabile non solo a un giornalista che ha sempre dimostrato di avere la schiena dritta ma anche a tutta la categoria che da tempo è nel mirino di chi vuole impedire la libertà di informazione”. (adn)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *