Home Spettacoli Grande Fratello 2018: Processo per Alberto, accusato di favoreggiamento
Grande Fratello 2018: Processo per Alberto, accusato di favoreggiamento

Grande Fratello 2018: Processo per Alberto, accusato di favoreggiamento

0
0

I ragazzi Del Grande Fratello hanno simulato un processo che ha visto alla sbarra il povero Alberto, accusato di aver tradito il gruppo per isolarsi con Aida. Veronica impugna un cucchiaio a mo’ di martelletto del giudice pronta ad ascoltare l’imputato, mentre Filippo è il Pm, munito di giacca, e Luigi l’avvocato difensore di “Tarzan” .

L’ accusa si basa sull’appoggio che il ragazzo ha dato ad Aida sin dal primo momento, a costo di estraniarsi dal gruppo e tradirlo.

Sfilano tutti i  testimoni, la prima è Lucia Bramieri Prima dell’ingresso nella Casa “Con l’arrivo di Aida l’armonia è cambiata e il signor Alberto si è allontanato dal gruppo facendo ogni tanto qualche rara e breve apparizione per fare qualche battuta. Dedicando il suo tempo in esclusiva alla nuova arrivata”. Interviene Filippo: “Atteggiamenti intimi come quello di dirci ‘annusami l’ascella!’ che il Mezzetti aveva prima che arrivasse Aida dimostrano che lui era integrato nel gruppo in un rapporto coeso”.
E’ il turno di Alberto, che può finalmente prendere la parola per difendersi dalle accuse. “Nella prima settimana nella Casa ho legato con tutti e anzi ho discusso, chiarito e creato un’armonia mostrando me stesso. La seconda settimana c’è stato un cambiamento perché ho cercato di spiegare ad Aida che questa non era una reggia e lei non è una principessa” dice. “Mai nessuno del gruppo però mi ha chiesto di che cosa parlassimo. E poi mi sono isolato con lei perché se non lo avessi fatto e lei fosse rimasta da sola nel gruppo sarebbe stato peggio”.

Arriva quindi la sentenza finale, pronunciata da Veronica. “Per quanto riguarda il capo di accusa di alto tradimento, dichiaro il signor Alberto Mezzetti non colpevole. Per quanto riguarda l’accusa di favoreggiamento invece, lo condanno a tre giorni di lavaggio piatti!”.

(b.f.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *