Home Politica Farsa surreale al centro storico, torna Caffeina
Farsa surreale al centro storico, torna Caffeina

Farsa surreale al centro storico, torna Caffeina

397
0

Mah, che ci volete fare, a Viterbo è ancora tutto possibile, anche se i tempi dovranno pur cambiare prima o poi:  torna il marchio Caffeina con una rassegna di 3 giorni che si terrà dall’8 al 10 luglio prossimi. Sembrerebbe impossibile che un marchio ed una organizzazione, fondazione, partito (e chi più ne ha più ne metta) riconquisti il centro storico della città senza prima aver chiarito la situazione debitoria, pagato fino all’ultimo i creditori, datasi una struttura inattaccabile da ogni punto di vista. Eppure Caffeina,  che resta un mistero per i più, torna: a quanto pare avrebbe partecipato con un’altra associazione all’ultimo bando di concorso per la cultura ad amministrazione Arena già andata via e avrebbe ottenuto così il contributo per mettere in piedi la tre giorni, La cosa strana, però, è che i nostri eroi avevano partecipato come Compagnia del Teatro, non avrebbero potuto farlo con lo scopo dichiarato di mettere su una edizione di Caffeina perchè il Comune non avrebbe potuto sostenere un brand caratterizzato da una forte situazione debitoria se non avesse avuto contezza prima del risanamento di qurst’ultima. Pare che l’ex consigliere Barelli, ormai gestore unico del marchio, avesse promesso a Palazzo dei Priori che non avrebbe usato il nome Caffeina per la rassegna, ma un altro, appunto per rispetto delle regole comunali.

Ma questo non è avvenuto e Caffeina torna in piazza col proprio marchio ed in pieno cento storico, canzonando una città intera, oltre alle istituzioni cittadine, nonostante non avesse brillato per  trasparenza e rispetto delle regole: ma Barelli & C hanno sempre fatto quello che volevano più o meno per decenni, sembrano intenzionati a proseguire sulla stessa strada: tanto a Viterbo tutto è possibile no?

(397)