Home Politica Fake news e macchina del fango ancora in moto
Fake news e macchina del fango ancora in moto

Fake news e macchina del fango ancora in moto

343
0

Credevamo che la sagra delle fake-news, con relativa macchina del fango, fosse finita con l’elezione del sindaco. Sbagliavamo.

Toto assessori. Sostenevano i soliti noti, fino a poche ore fa, che Chiara Frontini avrebbe incluso tra gli assessori un rappresentante di Fratelli d’Italia, ossia la plurivotata Antonella Sberna (con la delega ai Servizi Sociali: un assessorato è per sempre?). Era la classica “non notizia”, ma, come diceva quel tale, una menzogna ripetuta più volte diventa una verità. Ai soliti noti va il premio “Joseph Goebbels”. Consiglio ai familiari dei soliti noti: buttate nell’indifferenziata capsule sospette e armi (anche vecchie).

Il Partito Democratico ha vinto le elezioni comunali, haicapitocome? “Il Partito Democratico è stato l’unico partito ad aver ampliato il proprio elettorato rispetto alle scorse amministrative, passando da un 8% ad un risultato di lista superiore al 10.8% e con le liste civiche collegate, tra cui quella direttamente riferibile ai Giovani Democratici, al 23.3% per un totale di coalizione al 29.71%. Al secondo turno Alessandra Troncarelli ha ottenuto il 36% di consensi, crescendo rispetto al primo turno, pur conservando lo stesso schema di alleanze, senza ulteriori appoggi esterni”. Firmato Manuela “Thelma” Benedetti, Francesco “Hulk” Serra, Patrizia “Louise” Prosperi e carneadi vari. Quindi il Partito Democratico & Co. hanno vinto o quasi le elezioni. Certamente. E la terra è piatta, l’uomo non è mai sbarcato sulla luna, l’attentato alle due torri è opera degli stessi americani e i morti in Ucraina sono clamorosi fake. Ai dirigenti piddisti va il premio “Stati di allucinazione”. Consiglio al consigliere regionale e guida spirituale del PD viterbese Rico Panunzi: tenga lontani i dirigenti provinciali e comunali piddisti dalla canapa canepinese.

Giochiamo all’antifa. Dopo che i cattivi maestri di antifascismo hanno scritto e ripetuto che a Viterbo stavano per prendere il potere i nazisti-fascisti-populisti-omofobi, una diciottenne ha pensato bene di scrivere a caratteri rosso fuoco sulla vetrina del comitato elettorale di Chiara Frontini: “Buon lavoro, sindaca fascista”. Identificata dalla Digos grazie alle telecamere presenti in zona, la giovane donna ha ammesso di essere stata l’autrice della bravata. Risultato dell’eroica impresa: una denuncia per i reati di imbrattamento e diffamazione. Non è da tutti giocare all’antifa uscendone lindi e pinti. Alla diciottenne va il premio “Il conformista” (libro o film, a piacere). Consiglio ai cattivi maestri di antifascismo: in futuro limitarsi a scrivere oroscopi e previsioni del tempo.

(Enrico Potter) 

(343)