Home Cronaca Covid Viterbo, c’è il covid e tutti belli sani e felici nella città fantastica del gazzettino stra-local, ecco la distrazione di massa (si fa per dire….)
Covid Viterbo, c’è il covid e tutti belli sani e felici nella città fantastica del gazzettino stra-local, ecco la distrazione di massa (si fa per dire….)

Covid Viterbo, c’è il covid e tutti belli sani e felici nella città fantastica del gazzettino stra-local, ecco la distrazione di massa (si fa per dire….)

9
0

Belcolle in affanno, difficoltà a contenere il contagio, mancanze istituzionali ben visibili? Ma che vuoi che saranno mai per il gazzettino stralocal (la fotografia perfetta dell’ultrà viterbese del terzo millennio sulla carta, ma del 1904 dentro), molto più importante ospitare l’ennesimo tentativo di lanciare Antoniozzi assessore alla cultura (ancora fallito) con un micro-saggio modello harmony sulla torre di chia pasoliniana, ripescare dalla tomba l’eroe fascista Boccasile, addirittura parlare di Sebastiano del Piombo o del sindaco contrito ad una messa-omaggio a Proietti (l’unico insieme a Capitani  che abbia fatto qualcosa per Viterbo negli ultimi 30 anni tra l’altro).

Tutto soffuso, nascosto, detto e non detto quello che conta per la salute dei cittadini, l’attenzione viene spostata su temi e argomenti non indispensabili al momento, distrarre in pubblico per poter poi contattare in privato e rendere omaggio al proprio santo protettore. E le interviste poi alle autorità sanitarie, ne vogliamo parlare? Sembrano redazionali o pagine di un rotocalco rosa dove tutto è colorato e fiabesco.

Dove sono l’opinione pubblica, il pensiero critico, il pluralismo dell’informazione, il dialogo democratico, il dibattito cittadino?

Nulla di questo è contemplato, il silenzio può valere oro.

(9)