Home Cronaca Covid, sono più di 70mila i morti dimenticati, 553 in Italia e 44 nel Lazio in sole 24 ore, accendiamo una luce per loro
Covid, sono più di 70mila i morti dimenticati, 553 in Italia e 44 nel Lazio in sole 24 ore, accendiamo una luce per loro

Covid, sono più di 70mila i morti dimenticati, 553 in Italia e 44 nel Lazio in sole 24 ore, accendiamo una luce per loro

0
0

Sono 14.522 i nuovi contagi da coronavirus in Italia resi noti oggi, 23 dicembre, secondo i dati contenuti nel bollettino della Protezione Civile pubblicato dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 553 morti che portano il totale a 70.395 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 175.364 tamponi.ì, il tasso di positività scende all’8,2%. I guariti sono 20.494 in più, incremento che porta il totale delle persone che hanno superato il virus dall’inizio dell’emergenza a 1.322.067. Gli attualmente positivi rispetto al giorno precedente sono 7.139 in meno. In totale le persone positive al coronavirus in Italia sono 598.816. Sono 63 in meno di ieri le persone ricoverate in terapia intensiva con coronavirus, diminuzione che porta il totale dei pazienti nelle rianimazioni a 2.624. Cala invece di 402 il numero dei ricoverati con sintomi. Al momento nei reparti ci sono quindi 24.546 persone.

Sono 372 in nuovi casi di Coronavirus a Roma, un dato ottimo se paragonato ai 661 delle 24 ore precedenti. Dati che fanno sorridere se sommati a quelli del resto della regione.

Oggi su quasi 13 mila tamponi nel Lazio, 90 in meno rispetto a ieri, si registrano infatti 946 casi positivi in totale, 342 meno del 22 dicembre. Sono 44 i decessi delle ultime 24 ore e 1149 i guariti.

“Dopo due mesi i nuovi casi tornano sotto quota mille”, sottolinea l’assessore alla sanità laziale Alessio D’Amato che aggiunge: “Aumentano i ricoveri, ma scendono le terapie intensive”. Il rapporto tra positivi e tamponi cala così al 7% mentre  la stima del valore Rt è in calo e torna sotto 1.

“I casi a Roma scendono sotto quota 400”, dice D’Amato che poi lancia i programmi futuri: “E’ pronto il piano vaccini del Lazio, con un potenziale di 1 milione di somministrazioni al mese. Continua il lieve calo del tasso di occupazione dei posti letto di area medica e intensiva”.

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *