Home Cronaca Cose da grillini, l’incredibile moralismo anti-sberleffo (???!!) dell'”intellettuale” Erbetti, prodotto ultra-casareccio dell’uno vale uno pentastellato
Cose da grillini, l’incredibile moralismo  anti-sberleffo (???!!) dell'”intellettuale” Erbetti, prodotto ultra-casareccio dell’uno vale uno pentastellato

Cose da grillini, l’incredibile moralismo anti-sberleffo (???!!) dell'”intellettuale” Erbetti, prodotto ultra-casareccio dell’uno vale uno pentastellato

0
0

A Viterbo parlano tutti, ma proprio tutti, persino il monostellato (non si hanno tracce di altri 5 stelle in città) Erbetti, prodotto ultracasareccio e stralocal dell’uno vale uno pentastellato che fu: il solerte consigliere comunale, alla sua prima esperienza a palazzo già assume pose (non posture) dell’intellettuale di lungo corso lanciandosi in interpretazioni personalissime da Università del Carmine.

Pensate che l’eroico nuovo collaboratore della ancor più eroica Lombardi arriva a dire in una nota pubblicata dal suo neo-amico gazzettino stracittadino, rivolta al sindaco, che   “la satira è un mezzo che può essere usato a tale scopo, ma sempre e solo da chi sta in basso verso chi sta in alto e tiene le redini”.

Dove appoggi questa sicurezza non è dato sapere, cosa voglia significare nemmeno, che forse un politico non possa ironizzare su una patetica iniziativa populista di raccolta firme cavalcata da una opposizione più inesistente che senza idee? Che deve partire dal basso ogni provocazione ironica, ogni satira, ogni colpo di teatro imprevisto? E dove lo ha letto? Dove sta scritto?

O forse Erbetti arriva a pensare che dinanzi ad un attacco alla sua persona piuttosto volgare e gratuito, anche perchè ispirato da lobbies giornalistico politiche interessate chissà a cosa oltre alle idealità, il primo cittadino avrebbe dovuto  inginocchiarsi, cospargersi il capo di cenere e chiedere scusa in diretta fb all’intera cittadinanza?

Probabilmente dovrebbe essere il consigliere Erbetti a recuperare un minimo di serietà che forse incoraggiò il suo entrare in politica e che ora sembra  già del tutto posposta al perseguimento della ricerca personale di minuscoli spazi di luce propria (fioca).

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *