Home Cronaca Coronavirus, “Nel Lazio gli ospedalizzati aumentano e non diminuiscono le persone in terapia intensiva”, la denuncia su fb del Prof. Ricci-Tersenghi
Coronavirus, “Nel Lazio gli ospedalizzati aumentano e non diminuiscono le persone in terapia intensiva”, la denuncia su fb del Prof. Ricci-Tersenghi

Coronavirus, “Nel Lazio gli ospedalizzati aumentano e non diminuiscono le persone in terapia intensiva”, la denuncia su fb del Prof. Ricci-Tersenghi

0
0

Professore Ordinario in Fisica Teorica presso l’Università Sapienza di Roma Federico Ricci-Tersenghi ha pubblicato su fb degli  elementi assai interessanti e significativi dell’evoluzione dell’epidemia nel Lazio,  con tanto di grafici di supporto che meriterebbero attenzione da parte dell’assessore regionale alla Sanità D’Amato.

Ecco come ci spiega tutto lo stesso Ricci-Tersenghi: “Tra i dati a nostra disposizione per analizzare l’evoluzione dell’epidemia quelli che mostrano ad oggi il segnale più positivo sono certamente il numero di persone ospedalizzate e soprattutto di quelli in terapia intensiva. In quasi tutte le regioni d’Italia entrambi questi numeri hanno raggiunto il loro massimo circa 2-3 settimane fa ed hanno poi iniziato a scendere decisamente.

L’unica regione che sembra fare eccezione è il Lazio.

Nei due grafici ( che vedete in basso)  i dati relativi al Lazio sono quelli in nero con i pallini: il numero di ospedalizzati continua crescere (sebbene ad un ritmo molto lento) e il numero di persone in terapia intensiva è circa costante da piú di 2 settimane.

Come possiamo spiegarcelo? L’epidemia nel Lazio sta diffondendo piú che altrove? Sono stati cambiati i criteri di ospedalizzazione rispetto alle altre regioni?
Io non ho una risposta, ma la domanda mi sembra abbastanza importante.
Forse sarebbe il caso che qualcheduno della Regione Lazio dedicasse 10 minuti a spiegarci il perché di questo comportamento diverso dalle altre regioni.
Magari uno degli esperti che stanno elaborando il piano per gestire la fase 2 nella regione Lazio, visto che conoscere con precisione l’evoluzione dell’epidemia oggi è un requisito fondamentale per poter riaprire domani”.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Domande più che legittime che ci auguriamo abbiano una risposta approfondita da parte della Regione Lazio, che ora si trova ad affrontare anche  un nuovo pericoloso focolaio nel centro di Roma con i 30 positivi (di cui 4 gravi) all’Università Pontificia Salesiana di Roma.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *